CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.03.2018

Passerella sull’Adige, scossa arrivata

L’inaugurazione della pista delle Risorgive, in ottobre. La passerella però non è mai stata accessibile
L’inaugurazione della pista delle Risorgive, in ottobre. La passerella però non è mai stata accessibile

La «cannonata» sparata dal sindaco di San Giovanni Lupatoto Attilio Gastaldello, che aveva annunciato per la festa delle Bocche una manifestazione per sollecitare l’ Enel all’apertura della passerella sulla diga del fiume Adige (in attesa da dieci mesi di essere aperta al transito) ha avuto i suoi effetti. Enel Green Power ha risposto alla lettera aperta dei sindaci di San Giovanni Lupatoto e di San Martino Buon Alberto per rassicurare le amministrazioni e informare i cittadini: il 7 marzo si concluderà il collaudo e l’inaugurazione potrà essere effettuata nello stesso mese di marzo, probabilmente nei giorno seguenti a domenica 25, previa sottoscrizione della convenzione inviata in bozza nei giorni scorsi. C’è quindi la concreta possibilità che la manifestazione programmata per l’11 marzo, tradizionale festa della Boche (in cui i lupatotini si recano in riva al fiume) si trasformi da segnale di protesta in occasione per festeggiare il risultato ormai prossimo. «Sapevo che Enel era in dirittura di arrivo, ma non immaginavo di ottenere una risposta in tempi così ridotti quando ho scritto la lettera con il collega del comune limitrofo per convocare la manifestazione di domenica 11 marzo», afferma Gastaldello. «Con Enel c’è sempre stata grande collaborazione, sin dai tempi in cui il professor Roberto Facci aveva iniziato i primi contatti per proporre l’opera compensativa, e viene confermato così che la passerella potrà essere aperta con diversi mesi di anticipo sulle tempistiche autorizzate dalla Regione. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per questo risultato, sia dell’Enel sia nel Comune». Dopo la missiva del 21 febbraio dei Comuni di San Giovanni Lupatoto e San Martino Buon Albergo, interessati dall’opera, Enel Green Power ha subito trasmesso, il 23 febbraio, una bozza di convenzione per disciplinare l’utilizzo della passerella alla quale è seguita la lettera di risposta con le notizie sull’ apertura. Il 27 febbraio c’è stata anche la visita dell’ingegnere incaricato dall’Enel che assieme ai tecnici comunali ha eseguito il sopralluogo alla passerella sull’Adige. «Fa piacere vedere che la società si stava già adoperando per l’espletamento degli ultimi adempimenti necessari all’apertura», aggiunge il sindaco lupatotino. La manifestazione dell’11 marzo era stata organizzata per sensibilizzare Enel in merito alle richieste dei tanti che in questi mesi hanno sollecitato l’apertura. «Siamo soddisfatti perché l’iter burocratico è uscito dall’impasse; il prossimo passo sarà quello di ratificare la convenzione con Enel nei Consigli comunali per arrivare quanto prima all’apertura della passerella, importante da un punto di vista turistico», commenta Mauro Gaspari, vicesindaco e assessore all’ecologia di San Martino Buon Albergo. Aggiunge Fabrizio Zerman, assessore ai lavori pubblici di San Giovanni Lupatoto: «L’ auspicio è che la passerella possa essere inaugurata a breve; è un’opera molto attesa, soprattutto in vista della primavera». Il comunicato emesso dai due Comuni informa che «l’intenzione delle due amministrazioni è poter fissare quanto prima la data dell’ inaugurazione e che da parte di Enel vi è la disponibilità a concordare assieme l’evento e l’immediata apertura al pubblico, in un periodo compatibile con l’assenza di lavori all’impianto che potrebbero pregiudicare la libera e sicura fruizione dell’opera e dei suoi accessi, quindi dopo il 25 marzo». •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1