CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.12.2017

Negozi come i capannoni Per loro l’Imu sarà più leggera

Il consigliere Francesco FarlegniNegozi in centro, in via Roma, a Grezzana
Il consigliere Francesco FarlegniNegozi in centro, in via Roma, a Grezzana

Alessandra Scolari Il Consiglio comunale di Grezzana ha varato le aliquote di tasse e imposte per il 2018, illustrate dal consigliere Francesco Farlegni. I commercianti beneficeranno di una riduzione dell’Imu. Anche i negozi, cioè i fabbricati accatastati in categoria C1, saranno assoggettati all’aliquota del 7,6 per mille (che va allo Stato). Una modesta riduzione che agevola anche i negozi di vicinato che vengono equiparati ai capannoni industriali, ovvero agli immobili accatastati in categoria D1, i quali già dal 2017 versano questa quota. L’aliquota ordinaria per aree fabbricabili e seconde case, rimane l’8,1 per mille, così come resta confermata la Tasi a 2,5 per mille. Tra le agevolazioni Imu, previste nel comune di Grezzana, ricordiamo le unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che risiedono in casa di riposo (purché non locate); quelle in uso gratuito a genitori o figli, qualora gli stessi vi risiedano; i fabbricati locati per abitazione principale a canone concordato; le unità immobiliari date in comodato alle parrocchie per l’accoglienza di famiglie in emergenza abitativa. Il consigliere Mauro Fiorentini, capogruppo della Lista «Grezzana e frazioni, Lega Nord», ha chiesto «la stessa riduzione Imu anche per gli artigiani, ovvero i fabbricati accatastati in categoria C3». Il sindaco Arturo Alberti ha precisato: «Abbiamo iniziato dai capannoni industriali, quest’anno passiamo ai negozi e il prossimo anno esamineremo la situazione degli artigiani. La nostra sensibilità va verso tutte le attività economiche, in quanto sono realtà propulsive, che danno impulso al territorio». La delibera è passata con l’astensione dei consiglieri di opposizione e di Elena Signorini eletta in maggioranza. Sulla Tari, tariffa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, presentando la delibera il consigliere Farlegni ha precisato che «è in linea con il 2017 ed è prevista un’entrata di 1,21 milioni di euro e va a coprire in toto i costi del servizio indicati nel Piano finanziario. La discussione «sulla mancata vera riduzione delle imposte promessa in campagna elettorale», aperta dal consigliere di opposizione Elisa Brunelli, si è bloccata sul nascere. La delibera è passata con i voti contrari dei consiglieri Brunelli, Mauro Fiorentini, Michele Colantoni e Simona Tagliani, astenuti Cristian Brunelli e Signorini. L’addizionale Irpef, prelevata dal datore di lavoro in busta paga o dall’Inps per i pensionati, rimane all’8 per mille, il massimo consentito ai Comuni (in vigore a Grezzana dal 2007), che porta «un’entrata di 1,07 milioni», ha precisato il consigliere Farlegni, supportato dal capogruppo di maggioranza Guido Lonardoni che ha dichiarato: «Impossibile diminuirla, pena la salvaguardia dell’equilibrio di bilancio». Una previsione che prevede già un aumento sul 2016 (1.023.147 euro), questo implica la previsione della crescita dell’occupazione. La delibera è passata col voto contrario dei consiglieri di opposizione, astenuta Signorini. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1