CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.11.2017

L’enciclica Laudato sì
e la tutela ambientale

Giovedì 30 novembre, alle 20.45, al cinema teatro Valpantena in piazza Carlo Ederle, si terrà la conferenza finale della rassegna «Alle radici della vita», moderata dal parroco don Remigio Menegatti. Alla serata interverranno don Felice Tenero e l’architetto Federica Pascolutti.

Don Tenero - già parroco di Stallavena e di Alcenago, reduce da un’esperienza missionaria a Belem de Sao Francisco, nel nord est del Brasile e attuale direttore del Cum (il Centro unitario missionario) interverrà sull’enciclica papale «Laudato Si». Il parroco porterà la sua testimonianza sulle popolazioni afflitte dalla siccità e dalla violenza.

L’architetto Pascolutti, invece, dello Studio AP2T, si soffermerà sui temi legati all’ambiente e alla sostenibilità. La relatrice è specializzata nella progettazione di edifici ad alta efficienza energetica e sostenibilità ambientale e nella ristrutturazione e riqualificazione energetica di palazzi storici e del patrimonio edilizio esistente.

Si chiude così, con questo evento, un programma partecipato da parecchie persone e che, nelle serate dei due film documentari («Punto di non ritorno» con Leonardo Di Caprio e «Terra Madre» del maestro Ermanno Olmi), ha posto molti interrogativi sui temi legati ai cambiamenti climatici della terra e su una forma di agricoltura più funzionale, in grado di nutrire il mondo e ridurre le pressioni economiche. Pare non sia ancora maturato nell’opinione pubblica che il degrado ambientale e i cambiamenti climatici dipendono anche dalle nostre azioni e scelte quotidiane e che dovremmo sentirci, anche se in minima parte, profondamente responsabili. AL.SC.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1