CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.12.2017

E l’artigiano Costanzi li fabbrica in garage

Uno dei presepi costruiti da Nereo Costanzi
Uno dei presepi costruiti da Nereo Costanzi

Alessandra Scolari C’è un vero artigiano dei presepi, a Grezzana: Nereo Costanzi li ha amati e ammirati fin dall’infanzia, quando il nonno li preparava. Da adulto (oggi ha 64 anni) è diventato uno specialista della scenografia presepiale, quella delle tradizioni più consolidate. I personaggi li acquista in negozi specializzati o mercatini: per ogni presepio le misure delle statuine sono in armonia con la scenografia che intende creare. Nel suo garage, un piccolo banchetto (da falegname), con tutti gli strumenti appesi con scrupoloso ordine al muro e le tavole (numerate) che fanno da base ai suoi lavori. Costanzi raccoglie nei boschi cortecce, piccoli tronchi d’albero con i grossi nodi (dai quali ricava la grotta) , così come i piccoli alberelli secchi nelle pinete. Spesso utilizza anche materiale da riciclo. Cinque anni fa, Nereo ha frequentato un corso di arte presepiale, nel quale ha imparato a lavorare e colorare il cartongesso: la nuova tecnica gli consente nuove scenografie dotate di case e recinzioni particolari. Il risultato sono bellissimi presepi della tradizione locale, della Lessinia, dell’Abruzzo e della Palestina. Costanzi illustra le sue creazioni: «La famiglia vive e si riscalda al fuoco, al chiaro di minuscole luci; le piccolissime finestrine richiedono ore di lavoro per costruirle». Lo racconta con l’entusiasmo e la meraviglia di chi ha lavorato molto per questi veri capolavori che andranno ad amici, parenti ed esterni. Ad esempio il presepio più grande (120 x 80 centimetri) è destinato alla chiesa di Quinto (ha richiesto due anni di lavoro), un altro è destinato alla mostra di Lugo e poi l’elenco degli amici. Nereo Costanzi, dal 2011 in pensione, impiega il suo tempo libero perché ha molte altre cose da fare. Ha lavorato 42 anni: 29 come tornitore (la sua specializzazione), poi l’azienda ha chiuso i battenti. Nereo si è rimboccato le maniche e ha lavorato per cinque anni in un centro servizi trasporti, poi otto anni alla Cantina Valpantena. Cessato il lavoro, si è iscritto come volontario all’Agbd (Associazione genitori bambini Down) di Marzana per il trasporto dei ragazzi in difficoltà. Poi ha la passione dell’orto - nel quale ha inserito anche una voliera con i canarini - e lo sport. Ha iniziato da ragazzo a Grezzana con il tennis; poi è passato alla bicicletta. Attualmente dedica almeno un giorno la settimana con i suoi amici grezzanesi a giri, in sella alla bici, in collina e in montagna. È sposato con Luciana Fenzi e padre di due figli: Matteo, maestro di musica, noto per la sua specializzazione alla tromba e presidente della Banda cittadina di Grezzana; Marco, docente di matematica, autore del libro Matematica con gusto. Menù di cucina matematica (edizioni Zerotre), che insegna la sua materia agli adolescenti, avvalendosi anche di raffinate ricette.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1