CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.01.2018

Domani l’addio a Zeffirino Ederle memoria del paese

Domani alle 15 ultimo saluto a Zeffirino Ederle (per tutti Rino), classe 1927, nella chiesa di Santa Maria ed Elisabetta, parrocchia che frequentò da chierichetto e per la quale ha lavorato fino al 2011. Difficile incontrare Ederle alle inaugurazioni, anche se il suo spesso è stato un apporto determinante. Entrò in Consiglio nel 1979 e fu in giunta a fianco dell’allora sindaco Donato Bragantini con vari incarichi, proseguì fino a coprire il ruolo di vice con il sindaco Virgilio Zampieri fino al 1993. Tra le opere pubbliche da lui seguite citiamo lo svincolo della SP6 (1986) a sud di Grezzana, l’acquisto del Campo Massella diventato Parco Europa e del terreno per la casa di riposo. Ha scritto l’ex sindaco Mauro Fiorentini nel 2011 nella lettera alla Camera di Commercio per il riconoscimento ad Ederle della fedeltà al lavoro e al progresso del paese: «Quello di Zeffirino è stato un impegno per una vita intera a favore delle fasce più deboli: bambini, giovani, anziani e i disabili. Varato un progetto e sapere che era Ederle a occuparsene era una garanzia sulla sua realizzazione». Negli anni Cinquanta Ederle è a fianco di Renato Gozzi allora sindaco di Grezzana nella destinazione dei terreni di viale Olimpia a campi sportivi; fu a fianco di don Michele Garonzi per la costruzione della chiesa, del campanile e del cinema. Assieme allo scomparso imprenditore Mario Salvagno, si occupò dell’ acquisto dalle Suore della Misericordia della materna e della gestione diretta (1974): ne divenne primo presidente. Ederle seguì tutto l’iter della cessione al comune della casa Peraro che ha poi permesso l’ampliamento della scuola materna, la realizzazione del Noi e il nuovo assetto del municipio. Ederle ha lavorato per 40 anni all’Agsm. Lascia la moglie Marisa, i figli Maria, Gianni e Paolo, nipoti e pronipoti. • A.SC.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1