CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.11.2018

Furbetti dei rifiuti pizzicati dalla telecamere

Inquadrata dalla telecamera, la persona che ha abbandonato un sacco nero di rifiuti
Inquadrata dalla telecamera, la persona che ha abbandonato un sacco nero di rifiuti

Sei persone, solo nell’ultima settimana, sono state colte dalle telecamere di videosorveglianza ad abbandonare rifiuti sul suolo pubblico e sono state sanzionate ciascuna con 100 euro di multa. Il sistema di videosorveglianza installato nel Comune di San Martino Buon Albergo colpisce ancora i furbetti dei rifiuti. L’ultimo a farne le spese è stato incastrato in via Stegagno, nel centro storico del paese, fra piazza del Popolo e le scuole Barbarani, mentre depositava un sacco nero accanto ai bidoni condominiali esposti per la raccolta differenziata. Oltre a non essere residente nella via e quindi non autorizzato ad esporre i rifiuti in quel luogo, il cittadino utilizzava, come si vede dal fotogramma della videocamera, anche un sacco nero, che è proibito dal regolamento comunale perché impedisce di vederne il contenuto e quindi è stato sanzionato con una doppia multa. Altri episodi si erano verificati nei giorni precedenti e anche in quei casi i responsabili erano stati individuato dagli agenti della polizia locale dopo la visione delle riprese. «La telecamera di via Stegagno è stata posizionata due anni fa in quel punto strategico proprio per contrastare l'abbandono indiscriminato di rifiuti e non è la prima volta che vengono individuati i responsabili della mancata raccolta differenziata», sostiene il vicesindaco e assessore all’ecologia Mauro Gaspari, «e il problema dell'abbandono dei rifiuti riguarda anche molti cestini presenti sul territorio, per questo con l'anno nuovo posizioneremo dei nuovi cestini che non consentiranno l'inserimento di sacchetti di rifiuti domestici». Il Comune da anni svolge controlli con gli accertamenti della polizia locale, che in collaborazione con l’ufficio Ecologia e Serit, l’azienda incaricata della raccolta differenziata, ha inflitto numerose sanzioni ai trasgressori. L’attività dell’amministrazione non è però solo sanzionatoria: l’assessorato all’ecologia continua a promuovere iniziative di sensibilizzazione degli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio, in collaborazione con la dirigenza scolastica. «Per noi è fondamentale proseguire questa sinergia perché i ragazzi di oggi saranno i cittadini responsabili di domani, capaci di applicare le regole della convivenza civile. Ritengo che queste iniziative formative siano molto proficue. In quest’anno scolastico, oltre a lezioni teoriche in classe sulle diverse tipologie di rifiuti, la raccolta differenziata, lo smaltimento del residuo secco e il riciclo, gli alunni vengono anche istruiti sul funzionamento dell’isola ecologica con visite didattiche per mostrare come comportamenti corretti, che partono da gesti semplici che possono essere fatti anche in famiglia, a scuola e per strada, portino a facilitare il lavoro di tutti e godere di un mondo migliore e più pulito», conclude Gaspari. •

Vittorio Zambaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1