CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.08.2018

Cena di pesca sul corso Il sindaco pensa già al bis

La cena «Profumo di Pesca» in via Mazzini a Bussolengo
La cena «Profumo di Pesca» in via Mazzini a Bussolengo

Successo oltre ogni previsione per la cena in via Mazzini realizzata come evento inaugurale della Festa d’estate di Bussolengo che culminerà domani alle 10.30 con l’inaugurazione della 44a Mostra delle pesche in piazza XXVI Aprile. È raggiante l’assessore alle manifestazioni Massimo Girelli che fornisce i dati della serata «Profumo di Pesca - Cenando in via Mazzini”: «I numeri non lasciano dubbi: è stato sold out fin dall’inizio e lo hanno confermato poi ulteriori arrivi che hanno portato a 410 in numero dei partecipanti distribuiti su 50 tavoli a formare un serpentone lungo 200 metri in corso Mazzini. Vorrei ringraziare tutte le persone che hanno contribuito a rendere magica questa bellissima serata: il Mercato ortofrutticolo, i commercianti, l’amministrazione e la aiunta nonché gli Amici della Lista SìAmo Bussolengo». Il catering è stato preparato dalla Bottega del Buon Gustaio che, assieme al laboratorio la Sfoglia, a Dolci Momenti e alla cantina il Pigneto hanno servito una cena a base di pesca, il prodotto tipico del territorio di Bussolengo. Il menu, dopo l’antipasto di cannoli di prosciutto crudo con crema di latte e pesche su letto di rucola, è proseguito con un risotto alle pesche con limone e basilico, tortelli con Vezzena, confit di pesca e zenzero, filetto di maiale bardato con pancetta in salsa di pesche, per finire con Lady, una mousse al cioccolato bianco con interno morbido e croccante di pesca e leggero pan di spagna alla vaniglia. ALL’ORGANIZZAZIONE della sera hanno dato un contributo fattivo le associazioni Contro Vento e La Goccia che hanno aiutato nell’allestimento, nonché l’associazione Il sorriso arriva subito che ha intrattenuto i più piccini con il classico truccabimbi. Un quartetto d’archi ed il gruppo musicale Due 3 Otto hanno rallegrato la serata. Il mondo politico locale, regionale e veronese ha partecipato in gran numero. Presente il consigliere regionale Stefano Valdegamberi che ha lanciato un appello per il consumo «local» del prodotto tipico della Principesca, il marchio con cui viene identificata la pesca di Bussolengo e Pescantina. Il vicepresidente della Provincia Pino Caldana ha sottolineato l’eccellenza del prodotto che merita una valorizzazione speciale a tutti i livelli. «È un evento molto significativo», ha ribadito Nicola Baldo, vicepresidente di Confcommercio Verona, «che riunisce i sindaci di territori che hanno deciso di mettere insieme le loro eccellenze: i tortellini di Valeggio, le pesche, il vino Bardolino per creare un’offerta di altissima qualità e uscire dalla logica del singolo comune». MOLTO NUTRITA, infatti, la rappresentanza dei sindaci della Valpolicella, del Baldo-Garda e del Quadrante Europa. «Un momento importante anche per le imprese artigianali», ha commentato Andrea Bissoli, presidente di Confartigianato Verona, «perché raccoglie significative esperienze imprenditoriali del nostro territorio». «È stato un grande successo e un grande coinvolgimento della gente di Bussolengo in un contesto affascinante», commenta il vicesindaco Giovanni Amantia. Molto soddisfatto il neosindaco Roberto Brizzi: «La gente ha risposto al nostro appello e credo che si sia creata una notevole occasione di socializzazione per tutti. C’è molto bisogno di stare insieme e di parlare. L’esperienza andrà sicuramente ripetuta e magari anche ampliata per le edizioni future. Un grazie a quanti hanno partecipato e soprattutto ai volontari che non hanno risparmiato tempo e fatica per la buona riuscita di questo evento». La Festa d’estate propone questa sera alle 21 il concerto spettacolo «Verona Beat in tour 2018» in piazza XXVI Aprile: live dei classici anni Sessanta e Settanta. •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1