CHIUDI
CHIUDI

09.01.2019

Sprint finale per i lavori, ora San Vito ha la sua materna

Il momento del taglio del nastro
Il momento del taglio del nastro

La nuova scuola d’infanzia Il Fiore a San Vito al Mantico è realtà: ne hanno preso possesso i bambini lunedì, al rientro dalle vacanze di Natale, e ieri hanno accolto con le loro maestre le autorità e i genitori per l’inaugurazione ufficiale. I lavori, ultimati dalla ditta Cognolato di Albignasego (Pd), hanno avuto una forte accelerazione nella fase di approntamento degli spazi, grazie all’impegno degli operai del Comune, delle addette alla pulizia della Cooperativa del Comune e delle maestre che, durante le vacanze natalizie, hanno preparato la scuola per i loro bambini. Che hanno fatto gli onori di casa e intonato l’inno nazionale, seguiti dal pubblico, e un canto di benvenuto. «Una scuola organizzata attorno al bambino», commenta Andrea Pierini, vice dirigente dell’Istituto comprensivo di Bussolengo, «con ambienti luminosi e spazi che garantiscono il benessere degli allievi». Due i gruppi che vi svolgono attività: i Girasoli e i Tulipani, per un totale di 32 bambini che hanno a disposizione una sala comune, due aule attrezzate con uscite sul giardino, un angolo per il riposo, due ampi bagni. «Una scuola materna», ha sottolineato l’assessore all’Istruzione Valeria Iaquinta, «non accoglie solo i bambini, ma anche le famiglie e crea relazioni che durano nel tempo. Certo, ora i bambini hanno a disposizione competenze diverse da quelli di 30 anni fa». L’opera, costata 654mila euro, ha potuto utilizzare un contributo di 457mila euro della Regione, ottenuti con la collaborazione dell’allora assessore ai Lavori pubblici Massimo Giorgetti, presente all’inaugurazione come vicepresidente del Consiglio regionale. L’opera fu sollecitata, a novembre 2013, dall’allora consigliere di opposizione Giovanni Amantina, attuale vicesindaco, presente con sindaco e Giunta al taglio del nastro. Il progetto è stato approvato a luglio 2017 dall’amministrazione di Paola Boscaini, seguito nelle varie fasi dall’assessore all’Istruzione Cristiano Fontana e portato avanti dall’assessore Claudio Perusi. Una continuità apprezzata, nel suo saluto, dal sindaco Roberto Brizzi che ha tagliato il nastro, dopo la benedizione impartita da don Domenico Consolini, parroco di San Vito al Mantico. «I lavori pubblici», ha sottolineato Giorgetti, «ci presentano anche cose belle come questa scuola per le famiglie». Andrea Bassi, consigliere regionale di Bussolengo, ha messo l’accento sulla necessità di creare uno spirito di collaborazione istituzionale. «Era un desiderio grande per i genitori e ce l’abbiamo fatta: ora San Vito ha una materna moderna e adatta alle nuove esigenze educative», ha ribadito Chiara Girelli, presidente del Consiglio di Circolo. «Obiettivo raggiunto» per il consigliere provinciale David Di Michele. «C’è stato un ottimo dialogo con le autorità comunali», ha concluso Lidia Passarin, rappresentante dei genitori di San Vito, «e credo che si debba andare avanti su questa strada e ancora collaborare». •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1