CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.01.2017

Settanta nuovi alberi
invece di 20 secolari
E scatta la protesta

I tronchi dei vecchi alberi abbattuti FOTO AMATO
I tronchi dei vecchi alberi abbattuti FOTO AMATO

Sono partiti i lavori di riqualificazione di Piazzale Vittorio Veneto e, nella prima fase, sono stati tagliati una ventina di alberi sul lato est. L’intervento è previsto nel piano delle opere ed è parzialmente finanziato da uno sponsor, per circa 340mila euro. «I lavori più evidenti», spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Cristiano Fontana, «sono quelli di sostituzione di circa 70 alberi che, da un’analisi eseguita da un agronomo, sono risultati instabili. La necessità della messa in sicurezza del luogo ne prevede l’abbattimento e la sostituzione». Il primo stralcio dei lavori si concluderà in primavera, con una pausa per la collocazione delle giostre per la Fiera di San Valentino. Dopo l’abbattimento delle piante e la loro sostituzione, verrà creato un percorso pedonale che seguirà tutto il perimetro del piazzale, una «passeggiata nel verde» e, oltre a quelle già presenti, verranno collocate bordure di piante fiorite, aiuole ed arbusti. I lavori prevedono anche la predisposizione dell’impianto di illuminazione e la collocazione di alcune sedute.

«Ci preme sottolineare», continua Fontana, «che si faranno dei lavori anche nella zona del parco giochi. La messa in sicurezza dell’accesso del parco giochi, che sarà al centro del piazzale e non più a lato della strada, e la sostituzione delle piante pericolose, sono state tra le priorità del progetto. Volendo mantenere la naturale struttura del piazzale e del verde già esistente, si è pensato a garantire in primis la sicurezza. Pertanto, verrà modificato l’accesso al piazzale, con la chiusura di quelli attuali, a favore della delimitazione di due accessi dal lato tra via Pascoli e via Caduti di Villa Maria, in entrata e uscita». L’interno del piazzale rimarrà zona parcheggio auto senza limitazioni, con divieto solo per autocarri con peso superiore ai 3,7 tonnelate. I lavori proseguiranno poi con la sistemazione della rotatoria provvisoria all’imbocco di via don Calabria, che sarà conclusa entro il 2017, e degli spazi adiacenti alla biblioteca». Conclude l’assessore: «Con l’occasione vorrei informare la cittadinanza che le giostre verranno collocate in piazzale Vittorio Veneto da sabato 4 a domenica 19 febbraio e la Fiera campionaria verrà collocata nel Parco Sampò, da sabato 11 a martedì 14 febbraio».

Ma Gilberto Pozzani, ex assessore ai Lavori pubblici e promotore del progetto iniziale, non è d’accordo con quanto è stato fatto finora. «Si è proceduto in prima battuta», spiega Pozzani, «al taglio di una ventina di alberi secolari che facevano parte di un sistema a filare, per questo di maggior pregio dal punto di vista ambientale e dell’arredo urbano: l’intervento non doveva essere così drastico. Esistono tecniche collaudate di salvataggio di alberi, anche con elementi esterni di appoggio. L’impressione che ho avuto, osservando da vicino alcuni cippi sul posto, è che gli alberi fossero perfettamente sani. Credo che sia un danno irreparabile all’immagine storica di piazzale Vittorio Veneto. Una scelta scellerata che in un giorno ha cancellato un secolo di storia del nostro amato paese, pari alle demolizioni del saponificio Pinali, della ciminiera di via De Gasperi e della scuola Citella. Per chi ama quel poco di storico che è rimasto a Bussolengo, solo l’amaro in bocca».

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1