CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.02.2018

San Valentino da record «Così il paese fa rete»

Bruno Prosdocimi è stato il protagonista assoluto della seconda edizione del Gran Carnevale di Bussolengo col carro «Attaccate al Tram…p», realizzato dal Gruppo carnevale di Cappello Pozzomoretto sulla base dei suoi bozzetti, disegnati con l’ironia e la verve di sempre. Le due gigantesche figure del presidente Usa, Donald Trump e del suo antagonista coreano, Kim Jong-un, hanno attraversato le vie di Bussolengo tra gli applausi. Freddo e vento gelido non hanno scoraggiato le centinaia di spettatori lungo il percorso, circa 5mila, secondo i dati della Protezione civile del presidente Ivano Zamboni. Molte le maschere e i gruppi, una decina i carri, tutti ben confezionati con Carnevale veronese e Papà del Gnoco in testa a riscaldare l’atmosfera. Sul palco il colonnello McKekin, alias Fabrizio Checchini a far da cerimoniere con i suoi «Scottish birati» e Loretta Zaninelli, presidente del Coordinamento dei Carnevali della provincia. «È stata un’edizione con una risposta di pubblico oltre le aspettative, dato anche il clima inclemente. Ma abbiamo portato in fondo alla grande questo evento che deve diventare un classico per Bussolengo, come è nella sua tradizione», commenta soddisfatta Katia Facci, assessore alle cultura. «Una giornata molto significativa». Sul palco anche Mariolina Vendrasco Avesani, tra i principali sponsor del Carnevale bussolenghese. «Siamo stati molto soddisfatti di questa seconda edizione del Gran Carnevale di Bussolengo», continua il sindaco Paola Boscaini, «che riprende una tradizione del paese. È stata una bella soddisfazione vedere che, nonostante il tempo, sono arrivate molte persone. I carri più importanti della provincia e dei carnevali storici erano presenti. Un grazie a Fabrizio Checchini e un plauso al nostro maestro Bruno Prosdocimi che ha voluto fortemente questa partecipazione del carro di Pozzomoretto nel suo paese. Un grazie a tutti quelli che hanno collaborato al progetto». L’edizione 307 della Fiera di San Valentino si è rivelata un successo di pubblico. Stando ai dati della Protezione civile, precisa il sindaco, durante la manifestazione sono arrivati circa 200mila visitatori. Al Palafiere sono entrate 46mila persone in quattro giorni, mentre a «Bussolengo Produce» e «Fiera degli Sposi» 9mila. Gli spettacoli hanno avuto una media di 500 persone, con la punta di circa 1.100 per il concerto in memoria di Antenore Adami. «Quella di quest’anno è stata un’edizione da record», dice Boscaini. «Uno dei principali obiettivi di queste iniziative è quello di rendere Bussolengo un Comune attrattivo per i visitatori e i numeri ci confortano e ci spronano a migliorare ulteriormente. Bussolengo non è più una città di passaggio: valorizzare il nostro territorio è la strada giusta per aumentare la qualità della vita dei bussolenghesi e allo stesso tempo per rendere appetibile il nostro paese per i turisti, grazie anche alle tante eccellenze che possiamo offrire». Da questo punto di vista, conclude Boscaini, «Bussolengo produce» è stata un’ottima vetrina per i nostri commercianti e le nostre imprese. È importante che le aziende del territorio si conoscano e inizino a fare rete tra loro. Solo così un territorio può crescere e diventare sempre più competitivo». •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1