CHIUDI
CHIUDI

06.01.2019

Opere sulla carta. Ma adesso servono i soldi

Il sindaco Roberto Brizzi nel suo ufficio
Il sindaco Roberto Brizzi nel suo ufficio

gli alunni della materna Il fiore di San Vito al Mantico rientreranno nelle nuove aule, completate con la sistemazione del giardino e la posa di nuovi giochi che integreranno gli spazi esterni. Sempre nei prossimi giorni termineranno i lavori di montaggio, sostituzione e manutenzione dei giochi, nei vari parchi, scuole e giardini comunali. «Sono questi i primi due punti degli interventi che caratterizzeranno il 2019», spiega il sindaco di Bussolengo, Roberto Brizzi. «Partirà già nei primi mesi dell’anno il percorso urbano per l’abbattimento delle barriere architettoniche seguendo il Peba approvato». «AVRANNO INIZIO i lavori di risanamento e rinforzo dei solai del municipio comunale di piazza XXVI Aprile finanziati con fondi propri. Tra marzo e aprile partirà il primo stralcio delle asfaltature di alcune vie e marciapiedi del paese per un importo di circa 700mila euro. Naturalmente l’importo dei lavori sarà determinato dalla disponibilità economica che arriverà in parte dalle alienazioni, mentre una parte sarà finanziata con l’avanzo di bilancio», sottolinea Brizzi. Un obiettivo prossimo, la redazione del Piano urbano del traffico che determinerà poi le scelte sulla viabilità del centro storico e non solo. Uno dei punti qualificanti la Casa delle associazioni, dedicata al volontariato. «Abbiamo già adottato in giunta il documento di fattibilità di questo edificio e della rotatoria fra lo svincolo della strada provinciale 5 su via Molinara, per le quali saranno redatti nel corso dell’anno i progetti definitivi per poter andare all’appalto dei lavori. Si redigerà, inoltre, un documento di fattibilità per la sistemazione del giardino di via Marmolada con un percorso attrezzato con palestra all’aperto, piantumato e con un punto di ritrovo centrale. Altro giardino che meriterà attenzione è quello a San Vito al Mantico a fianco della piazza Caduti in guerra dove sorge il vecchio rifugio. Si procederà, inoltre, allo studio di fattibilità per l’ampliamento della biblioteca comunale creando ulteriori spazi». «Naturalmente», precisa Brizzi, «tante opere potranno essere realizzate solo al momento del loro finanziamento che arriverà prevalentemente dalle alienazioni». NELLA ZONA a sud della Gardesana gli obiettivi sono il futuro ampliamento degli Impianti sportivi di via Molinara, una ridistribuzione delle zone di gioco e uno studio di fattibilità per la costruzione di una struttura dedicata alle attività al coperto. Per piazza del Grano si cercheranno di sviluppare dei progetti che tengano conto delle proposte arrivate dal concorso di idee bandito dalla passata amministrazione. «Su Villa Spinola, destinata ad essere il polo culturale del paese», conclude il sindaco, «l’intenzione, oltre che di sviluppare un progetto dettagliato e proseguire per piccoli interventi, è quella di far partecipare anche i privati che possano investire in questa importante villa per portarla a essere un punto di aggregazione per il paese. Numerosi progetti nel campo delle politiche giovanili partiranno nel prossimo anno anche grazie ad un finanziamento della Fondazione Cariverona». •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1