CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.12.2017

Le lanternine e i cori di Natale con tutti i bambini

Si terrà oggi la diciottesima «Lanternata di Natale» delle elementari Citella. Tutti gli alunni, tenendo in mano una lanterna accesa, partiranno in corteo alle 16.30 dalla loro scuola e, a piedi, percorreranno le vie del paese fino ad arrivare alla chiesa di Santa Maria Maggiore dove proseguiranno la manifestazione cantando in coro, suddivisi per gruppi di classi. Gli studenti saranno accompagnati nel percorso da un gruppetto di zampognari. «Natale abbraccia la Terra» è il tema di questa edizione, ispirata all’enciclica Laudato si’ di papa Francesco. «Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?», è l’interrogativo al cuore dell’enciclica, incentrata sulla cura del pianeta terra, casa comune di tutti gli uomini. L’enciclica prende il nome dall’invocazione di San Francesco, «Laudato si’, mi’ Signore», che nel «Cantico delle creature» ricorda che la Terra, «è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia». «Ci piacerebbe», sottolinea Micaela Fontana, a nome delle insegnanti della scuola «Citella», «che i bambini, con i loro canti, esprimessero proprio la bellezza del nostro pianeta, l’incredibile meraviglia della natura che ci circonda e che loro vivono in prima persona». Dieci i canti proposti dal coro studentesco: dai più semplici e ritmati interpretati dagli alunni più piccoli a quelli cantati a più voci e in lingua inglese, spagnola e latina dei ragazzi di quarta e quinta. Al termine della manifestazione, tutti gli alunni canteranno insieme «Gioia nel mondo», il gloria natalizio che la terra e gli uomini dedicano alla nascita del Re dei Re. Gli alunni delle classi quinte saranno, come di consueto, maggiormente coinvolti: apriranno la serata e presenteranno i diversi brani musicali interpretati dagli alunni di tutte le classi. «La Lanternata», conclude l’insegnante, «rappresenta un momento di festa, di scambio e di unione fra i nostri alunni e la comunità del paese: grazie alla consueta ospitalità del parroco, don Giorgio Costa, la chiesa di Santa Maria Maggiore accoglierà gli alunni di tutta la scuola e permetterà questo emozionante momento di scambio degli auguri. I genitori degli studenti sono stati come sempre collaborativi e generosi: hanno sfornato torte e si sono prodigati nel cercare sponsor. Il ricavato dei loro sforzi, verrà devoluto in opere di solidarietà e anche in materiale scolastico per la scuola. Un grazie al sindaco, al vicesindaco e all’amministrazione comunale: tutti sostengono i progetti della scuola con la preside Viviana Sette che supporta questo tradizionale progetto, diventato un appuntamento fisso per tutto il paese, prima del Natale». • L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1