CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.12.2017

L’Unicef conferma l’ospedale Orlandi «amico dei bimbi»

La consegna della pergamena dell’Unicef all’ospedale Orlandi «amico dei bambini»
La consegna della pergamena dell’Unicef all’ospedale Orlandi «amico dei bambini»

L’Orlandi è ancora Ospedale amico dei bambini. La pergamena dell’Unicef è stata consegnata all’équipe del Punto nascita dell’Ospedale Orlandi, presente al gran completo al Distretto 4 di Bussolengo con la direzione generale e sanitaria e la rappresentanza di alcune mamme con i loro piccoli in braccio. Attraverso l’iniziativa «Insieme per l’allattamento: ospedali e comunità amici dei bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell’allattamento materno», l’Unicef promuove, in collaborazione con i servizi sanitari, pratiche assistenziali che rendono protagonisti i genitori e li sostengono nelle scelte per l’alimentazione e la cura dei propri bambini. L’ospedale Orlandi è stato riconosciuto Amico dei bambini per la prima volta nel febbraio del 2013 e riconfermato quest’anno dopo una rigorosa valutazione delle buone pratiche messe in atto dagli operatori e dalla verifica attraverso le interviste alle donne in gravidanza e alle neomamme, spiegano all’Ulss. La conferma di quest’anno sottolinea la professionalità con cui l’équipe del Punto nascita dell’Orlandi ha saputo rispettare gli standard richiesti dall’Unicef per la promozione dell’allattamento, della riorganizzazione dell’assistenza alle mamme, ai bambini e ai loro papà. L’Unicef, nel report di valutazione, sottolinea alcuni punti di particolare eccellenza tra cui l’importante lavoro di rete con i servizi territoriali, sia prima dell’accoglienza in ospedale, con un accompagnamento capillare delle future mamme, sia successivamente, garantendo sostegno alla mamma, al papà e al bambino dopo la dimissione. È stata inoltre segnalata una particolare attenzione alle «Cure amiche della madre» che, attraverso l’attuazione di pratiche di assistenza, rendono la donna protagonista nel controllo del dolore nel parto fisiologico e attraverso l’introduzione, quando necessario, del «taglio cesareo dolce». Dei tre punti nascita dell’Ulss 9 Scaligera, l’ospedale di Bussolengo è il secondo nel tempo a essere stato riconosciuto Ospedale Amico. Era già capitato con l’Ospedale di Soave (nel 2001), riconfermato nel tempo nel Punto nascita dell’ospedale Fracastoro di San Bonifacio; mentre l’ospedale Mater Salutis di Legnago sta seguendo positivamente il percorso di riconoscimento. La scelta dell’Ulss 9 Scaligera di investire sulla promozione della salute materno infantile e sull’allattamento materno, in una vera e propria prospettiva di sistema, si completa con la partecipazione al percorso per una «Comunità amica dei bambini», coordinata dal Dipartimento materno infantile e dal Servizio infanzia adolescenza e famiglia, ponendola a modello sia a livello regionale che nazionale. L’ospedale Orlandi è uno dei cinque ospedali Amici dei bambini del Veneto assieme a San Bonifacio, Bassano, Feltre e Mestre. Tutti questi ospedali, con altri 19 in percorso nella Regione Veneto, rientrano nel programma del piano regionale della prevenzione «Ospedali e comunità Amici dei bambini Oms/Unicef. Coordinamento e sviluppo della rete per l’allattamento materno», affidato dalla Regione proprio all’Ulss 9, il cui apposito servizio ha come obiettivo la promozione dell’allattamento e il sostegno per le famiglie, nonché la protezione dalle pressioni del marketing dei sostituti del latte materno e degli alimenti per la primissima infanzia. Con la cerimonia di venerdì, alla presenza dei rappresentanti del Comitato italiano per l’Unicef, della direzione aziendale, degli operatori di tutte le professioni, viene ulteriormente confermato l’impegno da parte dell’Ulss 9, dei responsabili delle strutture ospedaliere e dei reparti, dei servizi territoriali, ma soprattutto di tutti gli operatori del percorso nascita, al mantenimento di tali standard di assistenza, mettendo al centro la persona, con la mamma, il bambino e la famiglia intorno a loro. Gli ospedali Amici dei bambini, riconosciuti dall’Oms e dall'Unicef sono oltre 23mila in più di 150 Stati e gli ospedali che hanno completato il percorso fanno parte di uno dei più vasti programmi di educazione sanitaria condotti nel mondo. • L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1