CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.11.2017

Il panettone con il kiwi
specialità di casa Petra

Successo di partecipazione per il XXV Convegno sul Kiwi organizzato all’hotel Tower Montresor dal Comune di Bussolengo, dal Mercato ortofrutticolo intercomunale e dalla Coldiretti Verona col sostegno di Valpolicella Benaco Banca e del Collegio dei periti agrari.

Oltre 450 partecipanti hanno seguito con grande interesse le relazioni di Massimiliano Pasini sulla «Cimice asiatica» e di Lorenzo Tosi sulla «Moria del kiwi».

Due argomenti che hanno determinato negli ultimi anni una situazione di crisi del comparto. «La produzione nel veronese», spiega Gianluca Fugolo, amministratore unico del Mercato, «si è pressoché dimezzata, causando anche degli estirpi significativi. In particolare la cimice asiatica, un insetto parassita più grande e più aggressivo della cimice nostrana che distrugge frutta e ortaggi, causando ingenti danni al raccolto, si è manifestata in queste ultime annate e si è aggiunta alla già presente moria. Per la ricerca delle cause sono in corso varie sperimentazioni».

In particolare Lorenzo Tosi dell’Agrea ha relazionato sull’esperienza del campo prova di Palazzolo di Sona, dove è stato messo a dimora, in terreni diversi, un ugual numero di piante di kiwi. «I risultati della coltivazione in piano e di quelli nel terreno con baulatura, dove la pianta viene messa dimora creando un dislivello che consente un veloce drenaggio dell’acqua, sono nettamente a favore della seconda ipotesi», ha spiegato il tecnico. «le piante crescono di più e il prodotto raccolto è di quattro volte superiore a quello delle coltivazioni in piano, dove si continua a verificare l’asfissia delle radici».

Tutto risolto dunque? «Non possiamo dire di essere arrivati alla soluzione», ha concluso Tosi, «ma dobbiamo ricercare ancora la soluzione definitiva».

In apertura i saluti del sindaco Paola Boscaini, che ha ringraziato i partecipanti.

Claudio Valente, capo della Coldiretti di Verona, ha invitato gli operatori ad insistere sulle produzioni locali «le uniche che sono garantite nella loro qualità», ringraziando poi i Comuni che hanno espresso la loro contrarietà al Ceta, «l’accordo tra Unione europea e Canada che penalizza i prodotti nostrani, abbassando i controlli».

Gianmaria Tommasi, presidente di Valpolicella Benaco Banca ha espresso la sua vicinanza al mondo agricolo e ai suoi problemi. «All’organizzazione del convegno», conclude Fugolo, «hanno partecipato anche 12 aziende del settore, locali e nazionali, che vogliono contribuire con noi alla promozione del kiwi. Questo è anche un obiettivo del nostro Mercato intercomunale che si rivolge specialmente agli operatori locali e va verso la grande distribuzione». Per l’occasione, durante il rinfresco finale, è stato presentato da Casa Petra di Settimo il primo panettone artigianale al Kiwi, molto apprezzato dai partecipanti. L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1