CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.11.2017

I presepi nel chiostro
La natività incontra
la bellezza del luogo

Al santuario della Madonna del perpetuo soccorso, retto dai padri redentoristi, torna la rassegna «Presepi nel chiostro» che si terrà dall’8 dicembre, festa dell’Immacolata, fino al 14 gennaio 2018. La mostra resterà aperta nei giorni festivi dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18; dal 24 dicembre al 6 gennaio tutti i giorni con gli stessi orari. Visite guidate per gruppi su prenotazione allo 0457150160, mail fr.massimiliano@santuariobussolengo.it.

Spiega il superiore della comunità redentorista di Bussolengo, padre Sergio Santi: «Questa tradizione si ripete per tenere unita la comunità e, trattandosi di un chiostro dell’ex convento dei francescani, è più che giusto ravvivare il significato del Natale, secondo l’eredità di san Francesco. Per ricordare la grande verità del “Dio con noi”, che cammina tra gli uomini di questa società che oggi pare un po’ disgregata e distratta». I presepi, nei vari allestimenti, si troveranno sotto le volte del chiostro seicentesco. Nelle precedenti edizioni si sono potute ammirare ambientazioni tradizionali, legate al mondo della campagna e del paesaggio della Lessinia, e decisamente provocatorie, non ignare dei drammi del nostro tempo. L’ambientazione nel chiostro è molto suggestiva: lo spazio è arricchito da un ciclo di affreschi di quarantasei lunette raffiguranti la vita di san Francesco. È datato 1638 ed è attribuito alla bottega del pittore Bernardino Muttoni detto "il Vecchio". Bernardino e Bernardo Muttoni, padre e figlio, appartenevano alle maestranze itineranti che operavano a Verona negli anni successivi all’epidemia di peste del 1630. Era una tipica bottega familiare di cui si sono avvalse molte comunità conventuali e che si è impegnata nella pittura anche in San Fermo Maggiore, nel chiostro di Santa Eufemia, nel chiostro di San Francesco di Paola, l’attuale Università degli Studi di Verona, nel chiostro di San Tomaso Cantuariense e nei chiostri del Santuario della Madonna del Frassino a Peschiera e in altri cicli pittorici nel Veneto. La mostra dei presepi ha anche il merito di aprire questi tesori d’arte al pubblico.L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1