CHIUDI
CHIUDI

20.01.2019

Furbetti dei rifiuti, altre tre telecamere

Telecamere per la videosorveglianza. A Bussolengo presto ce ne saranno 37
Telecamere per la videosorveglianza. A Bussolengo presto ce ne saranno 37

Tempi duri per i furbetti del sacchettino: a breve si procederà con l’installazione di tre nuove telecamere di videosorveglianza all’isola ecologica di via Caduti sul lavoro. Il Comune di Bussolengo ha infatti partecipato al bando regionale per l’installazione di questi strumenti di controllo dei centri comunali di raccolta rifiuti ed è risultato destinatario dell’importo di 5.700 euro, come contributo pari al 50% della spesa. L’installazione avverrà dopo la comunicazione del provvedimento da parte della Regione e dell’espletamento delle procedure per l’assegnazione della somma prevista, secondo l’indicazione dell’assessore regionale Giampaolo Bottacin. «Le nuove telecamere saranno collegate alla centrale operativa della Polizia locale», spiega il comandante Enrico Bartolomei, «ed entreranno a far parte del sistema complessivo di videosorveglianza del Comune di Bussolengo che può contare ora su 34 telecamere e che, con queste, arriveranno a 37, dislocate nei punti più importante del territorio comunale». «Queste tre telecamere saranno esclusivamente per l’isola ecologica, dove l’accesso è consentito ai cittadini di Bussolengo solo col codice fiscale per evitare afflussi indebiti da altri Comuni come si è verificato in passato», prosegue. «Ricordo a tal proposito che, comunque, un accesso non consentito è sanzionabile con una multa. E tanto più è sanzionato l’abbandono dei rifiuti». Un argomento attuale in questi giorni. Conclude il vicesindaco Giovanni Amantia che mantiene la delega alla sicurezza: «Siamo alle prese continuamente, ancora, nonostante i richiami che si levano da più parti, con l’abbandono dei rifiuti al quale seguono le sanzioni che riusciamo ad elevare, grazie anche all’utilizzo di telecamere mobili che vengono spostate di giorno in giorno a seconda delle necessità. Il fatto di poter ampliare la dotazione fissa della videosorveglianza nei punti strategici del territorio comunale costituisce un ulteriore passo avanti nel mantenimento del decoro urbano, unito alle ragioni della tutela dell’igiene pubblica. Auspico vivamente che i comportamenti dei singoli cittadini siano più rispettosi delle regole di civile convivenza». La linea dura del Comune di Bussolengo contro chi abbandona rifiuti è testimoniata dalla multa data recentemente a una donna di Sona, notata da un amministratore pubblico di Bussolengo (che ha prefetiro mantenere l’anonimato) mentre transitava in località Rotti, situata sulle colline a ridosso del Parco Natura Viva di Bussolengo. C’era un veicolo fermo sulla strada dal quale era scesa una persona per gettare un sacchetto di immondizie nel campo sottostante: il giorno dopo l’amministratore ha informato la Polizia locale fornendo anche il numero di targa del veicolo. Gli agenti sono andati sul posto accompagnati da personale dell’Ufficio ecologia per recuperare il sacco gettato e hanno rinvenuto all’interno elementi riconducibili a una residente a Sona, risultata poi essere anche la proprietaria del veicolo. Si trattava di un materiale indifferenziato che la donna, anziché smaltire regolarmente nel suo Comune ha pensato bene di abbandonare nel territorio di Bussolengo. C’è poi chi sbaglia il giorno della raccolta differenziata. È capitato a un cittadino che si è visto recapitare una sanzione di 300 euro per aver «conferito irregolarmente la carta al di fuori del giorno stabilito». Ma almeno lui era stato multato per distrazione perché la raccolta della carta è fatta a venerdì alterni e non si ricordava che il giorno in cui aveva lasciato la carta era nella settimana sbagliata. •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1