CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.01.2017

Boscaini:
«Operazione
necessaria»

Non ci sta il sindaco di Bussolengo, Paola Boscaini. Temo che il consigliere Ceschi sia in malafede», risponde, «perché sa bene che la transazione non è stata chiusa in fretta. E’ stato un procedimento lungo: è stato chiesto il parere legale, sono state interpellate le minoranze, abbiamo esposto il problema ai cittadini in assemblea con il legale del Comune, l’avvocato Calegari, con cui è stata fatta anche una seduta del Consiglio. Il nostro legale ha sempre detto che l’area non era inquinata. Il motivo della transazione? Il terreno era diverso da quanto scritto nel contratto, dove c’era una clausola all’articolo 6 che specificava che tutto quanto non espressamente dichiarato era a carico del Comune. La transazione, inoltre, riguardava solo l’aspetto civile, per difformità dal contratto, cosa per la quale il Comune è stato condannato. Certo, se non avessimo fatto la transazione avremmo dovuto accantonare a bilancio 6,6 milioni di euro, cifra stabilita dalla condanna, e ingessare il Comune, senza poter poi fare alcuna opera. Forse questo voleva Ceschi». Conclude Ugo Piccoli: «Abbiamo fatto la transazione approfittando di una disposizione del governo Renzi che autorizzava i Comuni ad usare gli accantonamenti entro il 31 dicembre 2015». L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il progetto del traforo è stato ridotto (niente camion e una sola canna). Tu cosa faresti?
Facciamo il traforo corto
ok