CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.01.2018

Appoloni lascia moglie e figlia Stasera il rosario

Paolo Appoloni con la moto che era la sua passione
Paolo Appoloni con la moto che era la sua passione

Grande impressione ha destato a Bussolengo la morte di Paolo Appoloni, deceduto poco dopo mezzogiorno di domenica sulla provinciale 11 nel Comune di Rivoli, al confine con Cavaion. L’uomo, 60 anni appena compiuti, era a bordo di una moto Ducati e seguiva due amici tornando verso Bussolengo. A un certo punto ha impattato contro una Panda azzurra, condotta da una donna, che era ferma al centro della corsia di marcia in attesa di svoltare a sinistra. Lo scontro con il mezzo, per motivi in corso di accertamento, è stato fatale al motociclista che è morto sul colpo. La salma è stata portata alle celle mortuarie del cimitero di Ponton a disposizione dell’ autorità giudiziaria. Deve ancora essere comunicata la data dei funerali. Paolo Appoloni abitava a Bussolengo nella zona di Ca’ Filippi e, secondo quanto raccontano gli amici, era una persona molto riservata e interamente dedita al lavoro e alla famiglia. Era un papà di famiglia, era anche nonno di tre nipotini e questo gli dava molta gioia. Appoloni ha fatto l’autotrasportatore per una ditta di Dossobuono fino al settembre del 2017 e da pochi mesi era in pensione. Poteva dedicarsi finalmente a coltivare l’orto e far giocare i suoi nipotini a tempo pieno. Aveva da sempre la passione per la moto e capitava spesso che con un paio di amici, o con la moglie, la domenica partisse per un giro che, di solito, non durava oltre la mattinata, desiderando rientrare a casa per il pranzo. Lascia la moglie Lorella Zocca, la figlia Martina, il fratello Angelo e la sorella Maria Pia. Questa sera alle 19.30 sarà recitato il rosario nella chiesa di Cristo Risorto. • L.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1