Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

Boscaini: «Il 2018? Più senso civico e maggior rispetto»

Il brindisi di Paola Boscaini (BATCH)

La pioggia e il freddo pungente non sono riusciti a fermare i fedelissimi degli auguri al «Balcone dei desideri», in piazza della Vittoria a Bussolengo. Il programma, al contrario degli altri anni, ha dovuto subire forzatamente una riduzione ed è saltato il concertino del complesso degli ottoni del Corpo bandistico Città di Bussolengo. Ma al resto hanno pensato i volontari del Circolo Noi Il Ciliegio della parrocchia di Cristo Risorto che hanno scodellato puntualmente tortellini in brodo, innaffiati dal Bardolino. «Un modo», commenta la sindaca Paola Boscaini, “per dare il benvenuto al nuovo anno, sperando che porti a tutti ogni bene». Il suo desiderio? «Che ci sia più senso civico tra le persone e al centro venga posto sempre il rispetto per gli altri. Il nostro paese ha bisogno di questo». Un piccolo bilancio per salutare l’anno vecchio e accogliere il nuovo. «È stato un anno complicato, ma siamo riusciti pagare tuti i debiti», sottolinea Boscaini. «Non lasceremo debiti per il 2018 e per Italgas ci sono già le coperture. Il programma delle opere va avanti. All’inizio della bella stagione si cominceranno i lavori di sistemazione all’area del Foro Boario, intervento già coperto economicamente. Altri interventi previsti in via Marmolada, agli Impianti sportivi; l’arredo della piazza XXVI Aprile e di via Mazzini; l’illuminazione al parco di San Valentino. Al parco Sampò, nella piazzola rotonda, verrà allestito uno spazio attrezzato per il gioco dei bambini, così il parco comincia a vivere per i bussolenghesi». Chiusura dei festeggiamenti sabato alle 19, nella sede gruppo alpini con il classico «brujel» della Befana. • L.C.