CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.02.2018

Stampfer: «Noi abbiamo lavorato, attendiamo la convocazione»

Visite alla caserma La Rocca
Visite alla caserma La Rocca

Nell’ultimo anno e mezzo il progetto proposto da Serenissima sgr spa è stato al centro di interrogazioni consiliari e parlamentari, esposti in Procura ma anche dell’esame da parte della commissione consiliare d’indagine istituita a fine ottobre su richiesta dei consiglieri di opposizione Mirjana Stampfer, Tiziano Cimarelli e Walter Montresor. La relazione della commissione, la cui indagine comprendeva anche il progetto di efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica proposto da Yousave spa, è stata depositata il 22 novembre rispettando i 30 giorni di tempo concessi dall’amministrazione comunale. Nella relazione, i consiglieri hanno chiesto di convocare il Consiglio comunale entro i successivi 30 giorni, ma nella seduta del 20 dicembre il punto non è stato inserito all’ordine del giorno. «Il sindaco ci ha comunicato la volontà di non includerlo per non appesantire la seduta che vedeva la partecipazione dei ragazzi delle medie e per non ritardare un impegno istituzionale in Croazia», spiega Stampfer. «Abbiamo chiesto fosse convocato un altro Consiglio entro gennaio, richiesta finora senza esito. Noi siamo stati puntuali nel rispetto dei tempi pur risicati che ci sono stati dati, non voglio credere che ora il sindaco voglia ostacolare il lavoro», prosegue Stampfer, che venerdì 2 febbraio ha segnalato la situazione in Prefettura chiedendo che questa si attivi presso il Comune «per richiedere il rispetto delle regole attraverso la sollecita convocazione del Consiglio comunale». «Il punto sarà inserito nel prossimo Consiglio, per il quale non abbiamo ancora fissato la data», risponde al telefono la sindaca Orietta Gaiulli, escludendo l’idea di convocare una seduta ad hoc «perché non conviene a livello di economia procedurale». K.F.

K.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1