CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.03.2018

Promuovere il turismo? «Copiate da noi»

L’ufficio turistico di Peschiera del Garda
L’ufficio turistico di Peschiera del Garda

Esportare il modello di accoglienza e informazione turistica sperimentato a Peschiera del Garda. Perché funziona e porta un aumento delle presenze. In amministrazione ne sono convinti e per questo spingono alla collaborazione tra comuni, senza confini tra province e regioni. A sostenerlo è il vicesindaco e assessore a turismo e manifestazioni Filippo Gavazzoni, che lancia il sasso contro i campanilismi. Allo stesso tempo, si propone come interlocutore per creare un coordinamento tra i vari uffici turistici dei Comuni, indipendentemente dal gestore, pubblico o privato che sia. Gavazzoni parte tracciando un bilancio, e insieme un elogio, del nuovo corso intrapreso dal suo Comune, che tre anni fa ha affidato la gestione dello Iat all’operatore privato GardaLanding. Una decisione presa in un momento di cambiamento nella gestione di questi uffici, fino a quel momento coordinati a livello provinciale e poi rimodulati con la nuova legge regionale. Gavazzoni pone l’accento su tre punti di forza del modello arilicense. «Primo», dice, «è l’informazione capillare che riusciamo a dare ai turisti: comprende non solo eventi e notizie di Peschiera e paesi della sponda scaligera, ma anche informazioni sulla sponda bresciana e il territorio mantovano. Abbiamo deciso di rompere il muro che faceva sì che la promozione turistica restasse dentro i confini amministrativi, limitata al territorio veronese». Il secondo punto di vantaggio: «Abbiamo una convenzione gratuita che ci permette di promuovere il territorio senza pesare sulle casse pubbliche», sottolinea Gavazzoni. Ciò è possibile attraverso la formula in base alla quale il privato offre il servizio a costo zero in cambio del comodato gratuito dell’ufficio, di proprietà comunale. Terzo aspetto: «Ci siamo affidati a un’azienda giovane e dinamica fondata da tre professionisti di qui», ricorda il vicesindaco, sommando alla lista dei punti a favore il valore aggiunto dato dal mix tra promozione sul web, attivazione di nuovi servizi offerti ai turisti come quello delle audioguide, l’organizzazione e la promozione di eventi da parte della stessa agenzia patrocinati gratis dal Comune. «È una partnership efficace che ha permesso di gestire al meglio l’incremento degli arrivi del 30 per cento e l’aumento delle presenze turistiche, che sono passate da 1,8 milioni a 2,3 milioni solo nell’arco dell’ultimo triennio», rimarca Gavazzoni. «Sono convinto», conclude l’assessore di Peschiera, «che il successo in futuro sarà affidarsi ad agenzie private di giovani intraprendenti ferrati nella promozione web. Oggi l’obiettivo del mio assessorato è creare i presupposti per avviare una rete interregionale che coinvolga Veneto, Lombardia e Trentino Alto Adige, mobilitando istituzioni, enti e associazioni di categoria per lavorare a una strategia comune di promozione turistica del nostro lago, che abbia ricadute economiche e d’immagine per tutte e tre le Regioni. Mi auguro ci sia presto un’occasione di incontro con le istituzioni di tutti i Comuni interessati». La proposta è lanciata, ora tocca agli altri farsi sentire. •

Katia Ferraro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1