CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.01.2018

Parco San Marco aperto ai disabili con ascensore

I lavori in corso ai bastioni di San Marco, partiti a novembre FOTOMAMATO
I lavori in corso ai bastioni di San Marco, partiti a novembre FOTOMAMATO

Katia Ferraro Il «Parco San Marco» sta prendendo forma: si chiamerà così il percorso verde sopra il bastione San Marco, uno dei cinque bastioni della fortezza di Peschiera del Garda, inserita a luglio nella Lista dei patrimoni mondiali dell’Unesco. Partiti a novembre, i lavori procedono spediti e potrebbero concludersi prima di fine marzo, data prevista nel contratto d’appalto con la ditta esecutrice. In questi giorni si sta pavimentando il piazzale racchiuso tra il bastione e l’ex caserma d’artiglieria di Porta Verona. Sopra il bastione sarà realizzato un percorso pedonale con illuminazione, panchine e parapetti di protezione. Le barriere architettoniche saranno bypassate con un percorso un po’ più lungo, ma sicuro. «Le persone con disabilità», spiega il vicesindaco e assessore al turismo Filippo Gavazzoni, «potranno usufruire dell’ascensore nella caserma e una volta arrivate al sottotetto uscire usufruendo di un servoscala». L’importo dei lavori (295mila euro, a cui si aggiungono spese tecniche e Iva) è sostenuto dalla Sermana srl in base all’accordo pubblico-privato siglato con il Comune in base al quale la società deve realizzare opere pubbliche per un valore di 1 milione e 200mila euro come compensazione per aver ottenuto la modifica della destinazione urbanistica degli immobili del residence nell’omonima località di Peschiera. Il vicesindaco annuncia che a stretto giro partirà anche la riqualificazione dei giardini della Palazzina Storica (bastione Querini). «È partita la gara d’appalto, la spesa sarà coperta attraverso un contributo della Regione Veneto di 100mila euro. È un intervento fotocopia di ciò che realizziamo su bastione San Marco», precisa, «che prevede minori risorse perché l’area è più piccola. Sulla parte bassa, più vicina alla Palazzina storica, non interverremo. Dopo aver ultimato il progetto divulgativo sulla storia di Peschiera con la messa a punto delle audioguide», conclude Gavazzoni, «interveniamo con la realizzazione dei camminamenti di ronda che completano l’idea che sto portando avanti di Peschiera museo a cielo aperto. Durante quest’anno mi dedicherò al reperimento di bandi e fondi europei per interventi strutturali sulla nostra fortezza». •

Katia Ferraro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1