CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.01.2018

Insieme associazioni e civici

Il Coordinamento Garda (gli aderenti lo scrivono tutto puntato e l’acronimo sta per Gruppi e associazioni riunite a difesa dell’ambiente) si è costituito lo scorso ottobre. Ne fanno parte 12 associazioni e quattro gruppi civici e politici. Le prime sono Il Carpino, Associazione rurale italiana, Comitato no Tav di Peschiera del Garda, Comitato Parco colline moreniche del Garda, Coordinamento ambiente e territorio di Desenzano, Gruppo ecologico di Peschiera, Legambiente Verona, Lipu Verona (Lega italiana protezione uccelli), Salviamo il paesaggio Verona, Verona birdwatching, VeronaPolis e Wwf veronese. I gruppi politici sono la lista civica Voce ai cittadini di Peschiera e il Movimento 5 Stelle attraverso il Meetup tre sponde, il Meetup di Peschiera e i consiglieri regionali Cinquestelle del Veneto. Nella lettera inviata al Comune di Peschiera il Coordinamento ha evidenziato: «Le esigenze economiche improntate a logiche di sfruttamento del territorio per dare corso a sempre più estesi interventi urbani, agricoli e turistici, hanno eroso e fatto arretrare i canneti lungo le coste». Motivo per cui, oltre alla richiesta di «non realizzazione nuove spiagge, porti, strade e aree di sosta a scapito dei canneti», il Coordinamento ha chiesto azioni a tutela: progressiva eliminazione della navigazione a motore nelle aree riconosciute Sic - Zps, valorizzazione del verde e dei percorsi in ambiente naturale, istituzione servizio di guide naturalistiche che accompagnino i turisti a osservare e fotografare la biodiversità e realizzazione, da parte dei Comuni gardesani, di serate a tema sulla ricchezza di biodiversità presente nei propri territori. K.F.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1