CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.03.2018

Illuminazione pubblica «Favorita la Yousave»

Giuditta Bolognesi
Giuditta Bolognesi

«In base alle nostre valutazioni, alle audizioni e ai documenti in nostro possesso, possiamo affermare che si è voluto in ogni modo favorire l’azienda Yousave». È la conclusione della commissione d’indagine chiesta e formata dai consiglieri comunali di opposizione Mirjana Stampfer, Tiziano Cimarelli (ex componenti di maggioranza) e Walter Montresor per analizzare i progetti proposti al Comune di Peschiera del Garda dalla bergamasca Yousave spa per l’efficientamento energetico (illuminazione pubblica e riscaldamento edifici pubblici) e dalla veronese Serenissima sgr spa per la valorizzazione di beni pubblici (scuola media ed ex casa di riposo Gandini) ed ex beni demaniali (caserme La Rocca e XXX Maggio e Padiglione degli Ufficiali). La relazione è stata esposta nell’ultimo Consiglio comunale, in cui sono emerse divergenze tra i componenti della commissione. Montresor ha preso le distanze ammettendo di aver partecipato poco all’attività di indagine e «di non aver ravvisato illegittimità amministrative e procedurali, si tratta di scelte politiche su cui ho già espresso disaccordo». Per il poco tempo concesso (30 giorni) la commissione si è concentrata maggiormente sul progetto Yousave, già dichiarato di pubblica utilità con una delibera di Giunta dello scorso maggio. Il Comune cioè, anziché predisporre un bando di gara o un confronto tra più proponenti a monte della procedura, ha accolto il progetto di Yousave adottandolo come modello per la gara d’appalto che deve ancora essere espletata. Alla gara potranno partecipare altre aziende, ma Yousave avrà il diritto di prelazione: potrà cioè adeguarsi ad eventuali altre offerte più vantaggiose vincendo comunque l’appalto. La medesima procedura verrebbe seguita per il progetto di Serenissima, non ancora dichiarato di pubblica utilità, ed è questo modo di operare ad attirare le critiche anche degli altri consiglieri di opposizione Giuditta Bolognesi, Francesca Sanna e Giovanni Chincarini. Supportata da alcuni articoli di giornale, Stampfer ha rimarcato il «grave crac finanziario del Gruppo Innowatio (di cui Yousave spa è una controllata, ndr)» e una presunta anomalia procedurale nell’approvazione del piano economico del progetto e ha rinnovato la richiesta di un parere legale. «È tutto regolare e non abbiamo favorito Yousave», ha tagliato corto Gaiulli, mentre Cimarelli ha ricordato quando da vicesindaco e delegato in materia intratteneva rapporti con altre aziende interessate a proporre progetti di efficientamento energetico. «Mi è sempre stato detto che non si voleva esternalizzare la gestione dell’illuminazione. Perché Yousave non ha mai trattato con me ma con qualcun altro?», ha chiesto parlando di rapporti di «amicizia» da cui sarebbe nata una corsia preferenziale per la società bergamasca, che stando a quanto riferito dalla sindaca potrebbe tornare a respirare grazie a un aumento di capitale in corso di aspprovazione. Sul progetto di Serenissima Gaiulli ha ribadito che Cassa depositi e prestiti, proprietaria degli ex beni demaniali, «non ha ancora manifestato il proprio interesse alla prosecuzione dell’operazione, solo dopo questo passaggio valuteremo se sarà opportuno partecipare al fondo immobiliare. Rassereno tutti», ha concluso, «anche la Procura sta indagando in seguito alle vostre indicazioni». Il riferimento è all’esposto dei consiglieri Stampfer, Cimarelli, Bolognesi e Sanna. •

K.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1