giovedì, 26 maggio 2016
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

22.11.2012

Raduno a Gardacqua: i naturisti in aiuto ai terremotati

La raccolta di vestiario e alimenti lo scorso Natale a Gardacqua
La raccolta di vestiario e alimenti lo scorso Natale a Gardacqua
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Garda. Torna per la festa dell'Immacolata il quinto appuntamento dei nudisti. Il «Raduno per tutte le ciurme», sempre a scopi benefici, si terrà l'8 dicembre dalle 11 alle 23,30 al Gardacqua. È come sempre organizzato da Marco Avallone, consigliere di A.n.ita - Associazione naturista italiana - e dal sito iNudisti.it, che si muovono insieme a La Tenda Aperta, di Nove (Vicenza). Con questa associazione, come nel raduno natalizio del 2011, hanno predisposto le raccolte di abiti per bambini, di cibo per i nuovi poveri e di soldi per le emergenze. Se lo scorso anno avevano messo insieme  1.500 euro per gli alluvionati della Liguria, quest'anno sono vicini all'Emilia sconvolta a maggio dal terremoto.
«Il raduno, saltato per contestazioni a Natale del 2010, è in seguito andato sempre alla grande, quest'anno siamo già stati qui per Pasqua», dice Avallone. «Anche stavolta arriveranno da tutta Italia moltissime persone. Abbiamo già chiuso le iscrizioni a quota 155, il limite a cui ci siamo fermati, pur avendo aperto liste d'attesa in caso di disdette. Le vasche saranno disponibili dopo le 21,30, orario in cui le piscine al Gardacqua chiudono e, nelle saune, è vietato a tutti indossare il costume». «Nelle cabine si può stare nudi e chi vuole può coprirsi con un telo», precisa la direttrice del centro, Paola Buratto, aggiungendo che le saune funzioneranno per tutti dalle 11 alle 22, le piscine verranno aperte ai naturisti dalle 21, 30 alle 23,30 mentre la cena sarà loro servita al bistrot alle 19,30.
Parteciperanno nudisti di tutte le età e tante famiglie con bambini; non tutti sono obbligatoriamente soci attivi: «Mia moglie, ad esempio, non va mai in spiaggia senza costume», ammette Avallone, «... Un bel fastidio». Molti giungeranno a Garda la sera del 7 dicembre: «Alcuni  verranno in camper, altri alloggeranno in alberghi della zona. Per noi», prosegue, «venire qui è un'occasione unica. Il lago è un luogo stupendo e Garda è generosa. Siamo certi contribuirà alle tradizionali raccolte di vestiti e viveri che devolveremo agli amici di La Tenda Aperta. Contiamo che Garda parteciperà anche alla nostra ultima sfida. Vogliamo mettere insieme tremila euro per donare un sollevatore agli anziani ospitati in una casa di riposo protetta di Mirandola, uno dei comuni del Modenese maggiormente colpito dal sisma».
Poi chiude: «Le previsioni sono ottime, anche perché il nostro evento comincia ad avere una bella visibilità. L'autore Carlo Alberto Castellani ci ha contattati per presentare in questa occasione la sua Guida naturista italiana, che sarà a breve in llibreria». B.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il progetto del traforo è stato ridotto (niente camion e una sola canna). Tu cosa faresti?
Facciamo il traforo corto
ok