martedì, 24 maggio 2016
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

26.10.2012

Casello, il «sì» della Provincia una garanzia per il cantiere

Il progetto per il casello dell'autostrada A4 a Castelnuovo del Garda
Il progetto per il casello dell'autostrada A4 a Castelnuovo del Garda
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Il nuovo casello autostradale? Castelnuovo del Garda ci crede. A maggior ragione dopo le dichiarazioni del presidente Giovanni Miozzi e di numerosi esponenti della Provincia di Verona, che proprio nei giorni scorsi ha ufficializzato di aver segnalato l'intervento come una delle due priorità, l'altra è la traslazione del casello di Verona Sud, a Serenissima.
«È molto importante che la Provincia si sia espressa in modo unanime su questa vicenda», dice il sindaco Maurizio Bernardi. «Dal nostro punto di vista è la conferma che anche questa istituzione ha compreso la centralità del progetto rispetto al tema della viabilità dell'area del basso lago. E per quanto ci riguarda, come Comune non abbiamo motivo di dubitare che ci sia seria intenzione da parte della società autostradale a portare a compimento quanto è stato annunciato: il recupero del progetto del casello di Castelnuovo, stralciato improvvisamente e unilateralmente tre anni fa dalla Padova – Brescia, e il suo inserimento nel nuovo Piano finanziario». Nessuna tentazione, dunque, a supportare i dubbi espressi dal sindaco di Peschiera Umberto Chincarini, che ha parlato di questa cosa come di un artifizio contabile dettato dall'esigenza, da parte dell'A4, di inaugurare il tratto già realizzato della Valdastico: l'apertura non avrebbe potuto avvenire senza un Piano finanziario già sottoscritto; e non essendo pronto il nuovo, la società avrebbe riutilizzato quello precedente, che includeva appunto il casello autostradale, per poter effettuare il taglio del nastro. Ma una volta fatto questo, secondo il sindaco di Peschiera tutto tornerà come prima, incluso lo stralcio dell'infrastruttura.
«A noi non risulta che le cose siano così», riprende Bernardi. «Anzi, Miozzi ha confermato anche a noi che sul progetto c'è parere positivo di Anas. Capisco che si possa dire che finché non si vede non si crede. Ma le nostre informazioni ci autorizzano a guardare con fiducia a ciò che sta succedendo. Non dimentichiamo che quest'opera non è l'unica di cui ha bisogno questa parte di territorio per risolvere i suoi problemi di viabilità: ci sono anche il prosieguo della variante alla regionale da Castelnuovo sino a Verona Nord e il collegamento della 450, la cosiddetta superstrada per Affi raccordo con la autostrada del Brennero, in direzione sud verso Valeggio sul Mincio».
Il sindaco castelnuovese allarga per un attimo gli orizzonti: «Questa programmazione più complessa è un'occasione per strutturare modalità di trasporto realmente alternativo a quello su gomma, pensando ad esempio a un parcheggio scambiatore di collegamento tra i nodi ferroviario e autostradale; e da lì a un collegamento su rotaia o monorotaia diretta ai Parchi gardesani e un altro verso l'aeroporto».
«Ma torniamo alla realtà, e questa ci dice oggi che il nostro casello si farà», prosegue Bernardi, «e su questo, al di là di tanti dubbi o polemiche, sarebbe bene fare squadra insieme, inclusa la prefettura che purtroppo da tempo latita su questi temi, in modo da dare soluzione a un problema vitale per la viabilità, non solo nostra ma di tutto il nord Italia: perché non mi stancherò mai di ricordare che bloccare il nodo di Castelnuovo significa paralizzare il traffico delle due direttrici nord-sud ed est-ovest».

Giuditta Bolognesi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il progetto del traforo è stato ridotto (niente camion e una sola canna). Tu cosa faresti?
Facciamo il traforo corto
ok