CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.01.2018

La tradizione di Zamperini nella natività

Il presepe ripropone il borgo di Lazise   FOTO PECORA
Il presepe ripropone il borgo di Lazise FOTO PECORA

Cambio di sede per il presepio artistico di Lazise, che dalla chiesetta di San Nicolò al Porto si è trasferito nella sala della ex biblioteca. È infatti ancora in corso il restauro della chiesetta dove da diversi anni era ospitato il presepe voluto e ideato dal compianto Renato Zamperini. La rappresentazione mette in evidenza l’antico porto di Lazise, soprattutto nelle immagini del secolo scorso, legato al mondo della pesca e dei pescatori. In evidenza la costruzione patrizia della famiglia Bernini e alcune altre dimore che riportano Lazise all’antico splendore. Sottofondo con la musica celtica e brani di Enya. L’afflusso al presepe è rilevante, segno che sta incontrando il gradimento dei visitatori e dei tanti turisti in questi giorni a Lazise. «Riprendiamo la tradizione e le creature di mio padre», dice Chantal Zamperini, «che negli anni hanno riscontrato il gradimento dei visitatori. Purtroppo quest’anno abbiamo realizzato un’opera meno importante proprio per la carenza di spazi. Alcuni scenari sono più contenuti e mancano gli effetti luminosi». «Abbiamo insistito perché il presepe fosse ripresentato ancora», sottolinea la presidente della Lael Giliola Zenari che contribuisce all’opera, «perché è divenuto un momento artistico natalizio di rilievo. Sì, lo spazio quest’anno è più contenuto e ci mancano anche tutti gli effetti luce del passato, ma è rimasta la linea presepiale data da Renato Zamperini. Anche questa opera lo ricorda con grande affetto». L’accesso al presepe è libero: lo spazio espositivo è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19. Rimarrà visibile fino a domenica 14 gennaio. • S.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1