CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.12.2017

Il cantiere apre in tempo per rinnovare la scuola

La parte del polo scolastico di Lazise sulla quale saranno eseguiti i lavori FOTO AMATO
La parte del polo scolastico di Lazise sulla quale saranno eseguiti i lavori FOTO AMATO

Al via il secondo stralcio dei lavori di manutenzione straordinaria al plesso scolastico di Lazise, con la parola d’ordine di non interferire con l’attività didattica. È prevista per oggi la predisposizione del cantiere attorno all’edificio di via Salvo D’Acquisto, che ospita la scuola primaria e la secondaria di primo grado del paese, parte dell’istituto comprensivo di Bardolino. L’avvio della cantierizzazione a pochi giorni dalla fine dell’anno basterà al Comune per usufruire dello spazio finanziario concesso la scorsa primavera dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, che ha rinnovato ai Comuni la possibilità di attingere all’avanzo di amministrazione (di norma vincolato) dei bilanci degli scorsi anni per eseguire opere di manutenzione sugli edifici scolastici. Cospicua la somma accordata a Lazise, pari all’intera spesa preventivata nel progetto: un milione 850mila euro, «che ci fanno essere ai primi posti nella graduatoria di tutta Italia per importo riconosciuto», ricorda il sindaco Luca Sebastiano. La volontà (ottimistica) era iniziare i lavori a maggio per poter sfruttare il periodo estivo e concludere i lavori entro settembre. I tempi lunghi della burocrazia, legati soprattutto alla procedura d’appalto, hanno fatto slittare l’inizio lavori a fine anno, di fatto in extremis per poter godere dello spazio finanziario accordato. L’intervento sarà eseguito dall’impresa Ediltecnica di Vincenzo Coppeto, con sede a Marano di Napoli, che ha partecipato alla gara attraverso il Consorzio stabile costruendo srl di Puegnago del Garda (Brescia). Con questa formula il Consorzio ha offerto un ribasso d’asta di quasi il 22 per cento sull’importo a base di gara (un milione e 180mila euro): i lavori costeranno così 921mila euro, somma a cui vanno aggiunti 46mila euro per oneri sulla sicurezza oltre a Iva e spese progettuali che hanno portato la stima a 1,85 milioni. I lavori completano quelli già eseguiti lo scorso anno nella parte più a sud del plesso scolastico, costati circa 300mila euro. Il geometra Giuseppe Zanini dell’ufficio lavori pubblici del Comune fa sapere che saranno suddivisi in tre fasi: due nella parte esterna, fino al termine dell’anno scolastico, a cui seguiranno gli interventi nella parte interna durante l’estate. All’esterno «sarà completato il cunicolo di areazione lungo tutto il perimetro dell’edificio, che permetterà di eliminare o quantomeno ridurre di molto le infiltrazioni di umidità, sarà realizzato il cappotto con contestuale posa di nuovo intonaco e isolata la copertura». Nei mesi estivi seguiranno la sostituzione dei serramenti, la tinteggiatura interna, la sostituzione dei corpi illuminanti e l’installazione di impianti di filtrazione e trattamento dell’aria in tutte le aule, concludendo con la realizzazione di una parte di pavimentazione nel cortile per sostituire il ghiaino esistente. «Con l’attenta organizzazione del cantiere stiamo cercando di evitare agli alunni spostamenti di aula a causa di lavorazioni rumorose», precisa Zanini. A lavori finiti (il contratto con l’impresa indica il termine entro il 15 settembre) l’intero edificio farà un salto di qualità ed efficienza passando dalla classe energetica D alla A. «Per noi è il raggiungimento di un traguardo prestigioso», commenta Sebastiano a nome dell’amministrazione comunale, che si avvia alla scadenza del mandato. «Diamo ai nostri giovani una scuola ammodernata e ricca di comfort», aggiunge il sindaco, complimentandosi con «l’ufficio per il lavoro svolto e per essere stato puntuale nel rispetto dei termini della procedura per poter usufruire dello spazio finanziario. Questo intervento, unito agli altri eseguiti nei vari plessi scolastici, dimostra la nostra attenzione al comparto dell’istruzione e della cultura». • K.F.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1