CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.02.2018

La chiesa della Disciplina sarà la biblioteca di tutti

L’ex chiesa della Disciplina. Sarà una biblioteca multimediale
L’ex chiesa della Disciplina. Sarà una biblioteca multimediale

Gerardo Musuraca I lavori di ristrutturazione e restauro della ex-chiesa della Disciplina di Brenzone stanno per iniziare. È stato pubblicato il verbale di gara espletata nei giorni scorsi. L’ex edificio votivo è tuttora di proprietà della curia di Verona, ma in utilizzo pluriennale al Comune di Brenzone, che vuole ricavarvi una biblioteca multimediale. Erano state invitate alla gara quindici imprese, ma, a fine dicembre, avevano presentato offerte solo la Ediltreviso srl e la Ge.Co. costruzioni di Verona. L’esecuzione provvisoria dei lavori è stata aggiudicata attraverso il criterio del «massimo ribasso» e la vincitrice è stata la Ediltreviso, che ha offerto 51.286 euro oltre all’Iva, cioè con un ribasso a base d’asta del 13,69 per cento. L’impresa sarà ora invitata a inoltrare la documentazione prescritta e a presentarsi per la stipula del contratto. Dopodiché il cantiere potrebbe materialmente essere consegnato e aperto. Le opere non dovrebbero protrarsi per molti mesi e quindi potrebbero chiudersi entro la fine del 2018 com’era stato detto anche in consiglio. La chiesa della ex- Disciplina aveva ottenuto lo scorso anno un contributo di 50mila euro. Il 10 novembre del 2016, direttamente dalla sede della Fondazione Cariverona, presieduta dal cardiochirurgo professor Alessandro Mazzucco, era arrivata la notizia dell’accoglimento della domanda dell’amministrazione di Brenzone. Una bella notizia visto che l’ammontare complessivo progettuale era di 99 mila euro. Il progetto prevede il restauro integrale dell’immobile, che si trova a pochi passi dalla chiesa di San Giovanni, in centro a Magugnano, e a circa 150 metri dalla frazione di Marniga. L’ex chiesa della Disciplina è un bell’edificio storico che però versa oggi in condizione di assoluto abbandono. Il trascorrere del tempo non ha fatto altro che deteriorare ancora di più la struttura, compresi gli affreschi e gli interni. Per la firma della convenzione tra Comune e curia si era dovuto attendere quasi un anno ed era avvenuta poi la ratifica dell’accordo in consiglio comunale, grazie anche al sostegno del parroco, don Gabriele Avesani. «Lo spazio da restaurare», aveva spiegato il sindaco, Tommaso Bertoncelli in consiglio, «è di circa 90 metri quadri. Sarà un centro di aggregazione per ragazzi e per anziani, dotato anche di postazioni internet, oltre che di libri e area ricreativa. Nella parte più in fondo dell’edificio metteremo le attrezzature per un cineforum. Sarà una struttura unica nel suo genere e sarà un vero e proprio polo culturale e ricreativo per l’intera comunità». Ora finalmente i lavori potrebbero davvero iniziare e anche Brenzone avrà uno spazio pubblico dedicato ad anziani, giovani e studenti. •

Gerardo Musuraca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1