CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.12.2018

In arrivo il ponte tibetano più lungo d’Italia

Un gruppo di coraggiosi mentre percorre un ponte tibetano
Un gruppo di coraggiosi mentre percorre un ponte tibetano

Domani alle 20.30 nella sala consiliare è in programma l’incontro sul tema «Costermano del Garda eccellenza ambientale» che avrà come protagonista l’architetto paesaggista di fama internazionale Andreas Kipar. «Questo progetto è iniziato nel 2015 e prevede la realizzazione di sei parchi connessi da percorsi ciclopedonali», spiega il sindaco Stefano Passarini. «È un progetto ambizioso, che valorizza le bellezze di Costermano per restituire alla comunità il suo verde da vivere. L’obiettivo è riqualificare e attrezzare aree di particolare interesse ambientale con parchi tematici. Si creerà una nuova area verde che potrà assolvere funzioni ecologico-ambientali e offrire anche nuove possibilità di sviluppo socio-economico sostenibile basato sulle risorse locali». Domani sarà presentato il parco dello sport di Marciaga che è stato completato. E anche il progetto esecutivo del parco dell’Amicizia di località Baesse, che prevede la costruzione dell’albergo-ostello. «In agenda ci sono anche altri progetti come quello del parco della Valle dei Mulini, dal confine con Garda a Pizzon», continua il sindaco. «In quest’ambito vogliamo realizzare, come porta d’accesso, il parco del ponte sospeso, un ponte tibetano in acciaio che sarà il più lungo d’Italia. Misurerà 350 metri. Il progetto di eccellenza ambientale nel suo complesso», continua, «prevede anche la realizzazione del parco dell’accoglienza ad Albarè e il parco della scoperta di Castion». Ogni parco sarà dotato di una struttura pubblica che offrirà vari servizi. «Nel parco dello sport ad esempio c’è il bici grill», dice il sindaco. «Abbiamo previsto che i gestori di queste strutture pubbliche dislocate nei vari parchi dovranno garantire la manutenzione delle aree verdi. Il nostro Comune per garantire i servizi e poter essere gestito economicamente deve offrire delle attrattive, anche sotto il profilo turistico, che garantiscano delle entrate. Il nostro progetto di eccellenza ambientale è orientato in questo senso». Il parco dello sport di Marciaga si sviluppa intorno ad un sinuoso percorso in ghiaia. Il bici grill, oltre agli spazi funzionali per il noleggio e la riparazione delle biciclette, è dotato di spazi polivalenti esterni e interni. Lungo il percorso principale ci sono tre aree gioco a tema. Nell’«isola della sabbia» si può praticare anche il beach volley. Nell’area «muoversi in libertà» ci sono spazi verdi e aree pavimentate arredate con attrezzature smontabili e ricostruibili adatte a bambini e ragazzi. Per i più piccoli invece c’è l’area primi passi dove i bimbi si potranno muovere e giocare in sicurezza. L’architetto Kipar domani alle 9 terrà una lectio magistralis nell’auditorium Verdi della Fiera di Verona rivolta agli studenti del liceo artistico statale di Verona. All’incontro parteciperanno anche il sindaco Stefano Passarini, il dirigente scolastico Mariangela Icarelli, la professoressa Lella Costantini. L’architetto Kipar, che si è laureato ad Essen e al Politecnico di Milano, ha realizzato, tra l’altro, progetti di riqualificazione ambientale in molte città, tra cui Milano, Cagliari, Piacenza, Reggio Emilia, Essen. È docente di architettura del paesaggio all’Università di Napoli e al Politecnico di Milano. Alcune sue opere sono di grande impatto paesaggistico. Tra queste ci sono l’insediamento produttivo della Fassa Spa tra le colline del Monferrato, la valorizzazione del paesaggio di Langa, i nuovi uffici della Diesel a Breganze. Ha ideato i masterplan del Carso triestino, della Valle del Sacco (Frosinone), di Assemini e di Regi Lagni a Castelvolturno. Tutti progetti che si inseriscono nell’ottica della riqualificazione e valorizzazione del territorio. •

Luca Belligoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1