CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.02.2018

Pizze pagate per il Ceod Villa Dora

La visita alla mostra «Van Gogh Alive» alla Gran Guardia a Verona
La visita alla mostra «Van Gogh Alive» alla Gran Guardia a Verona

Gran giorno di carnevale a Garda, al Centro diurno Villa Dora in via Marconi 12, quando i 25 ospiti e i 14 operatori hanno festeggiato in maschera con la partecipazione dei clown della associazione Il Raggio di Sole di Peschiera del Garda e i dj Mirco e Massimo che hanno fatto usare ai ragazzi disabili i loro strumenti. C’era anche un nuovo ospite, dell’alto Garda, che ha sostituito una dimissionaria accolta in un residenziale. «Il Cd», spiega la coordinatrice Nadia Cottini, «che già nel 2015 è stato accreditato dalla Regione per 25 posti, con punteggio massimo di valutazione del 100%, sta procedendo al rinnovo aumentato di cinque posti, per arrivare a trenta, incremento possibile dopo l’ampliamento e l’adeguamento anti sismico. Presenteremo la domanda entro aprile per essere accreditati al più presto data l’alta richiesta del territorio». Ci sono altre novità: «È stata asfaltata la strada privata di accesso dalla sr 249 Gardesana Orientalei. Grazie al supporto affettuoso di molti è arrivato un proiettore interattivo che permette alle persone disabili di interagire in giochi e attività didattiche. Da esercenti e ditte locali sono arrivate generose offerte, potremo così cambiare la cucina in modo che lavello e piano di cottura siano utilizzabili anche da chi è in sedia a rotelle». L’attività procede come sempre: «Molta soddisfazione danno i laboratori artigianali di falegnameria, arte terapia e creta dove gli ospiti producono quadretti, oggetti e bomboniere per nascite, comunioni, cresime e matrimoni molto richieste in primavera (informazioni: 045.62716 50)». Il ricavato va al Cd. Oltre alle attività riabilitative, sempre per favorire la socializzazione, il Cd organizza uscite. «Il 25 gennaio nove ospiti e sei operatori hanno visitato “Van Gogh Alive” alla Gran Guardia a Verona. Poi siamo andati a mangiare una pizza e, al momento di saldare il conto, abbiamo scoperto che lo aveva già pagato un ignoto. Sorpresi dal bellissimo pensiero, abbiamo inviato una lettera a gestori e personale esprimendo la nostra sorpresa e gratitudine per il gesto. Spiegando di essere un centro diurno per persone con disabilità di Garda che fa parte della associazione Casa del Sole di Mantova e perché eravamo a Verona». Ricordano «la gioia ci ha invaso, il piacere di esserci sentiti accolti e aver suscitato attenzione e simpatia» e chiedono «se possibile di ringraziare tanto a nome di tutti questo ignoto signore comunicando che, se lo desiderasse, lo aspettiamo a Garda per un saluto». Un’altra uscita è stata a Fieragricola Verona. Prossimo appuntamento il 3 maggio con la tradizionale Camminata del Sole, aperta a tutti, organizzata con l’Istituto di istruzione superiore Curie e la pro loco di Garda e con l’Istituto professionale superiore per i servizi alberghieri e della ristorazione (Ipsar) Carnarcina di Bardolino. •

B.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1