CHIUDI
CHIUDI

07.12.2018

Partecipando ad una cena si aiuta Beatrice a camminare

Beatrice con il suo papà
Beatrice con il suo papà

Si chiama «Una cena per Beatrice» ed è l’iniziativa pre-natalizia organizzata da Sorriso solidale di Malcesine con i comuni di Torri e di Garda martedì prossimo dalle 19.30 nella tensostruttura di Garda. «Il Natale», ha detto Martina Gasparini, del direttivo della onlus dell'alto Garda guidata dalla presidente, Laura Roverato, «è un momento particolare per tutte le famiglie. Di solito si moltiplicano le iniziative per stare assieme e le cene, e quindi Sorriso solidale ha deciso di promuovere e sostenere ancor più in questo periodo la causa di Beatrice, anche fuori dai confini di Malcesine». Beatrice è la bambina di 9 anni che, in ottobre, aveva commosso gli oltre settanta commensali riuniti all'albergo Italia a Malcesine, dov'era stato organizzato un pranzo e una raccolta fondi. Sorriso solidale si sta facendo carico infatti di aiutare la famiglia visto che la piccola, nata con una paralisi cerebrale, si muove attualmente in carrozzella ma, con una particolare fisioterapia che si chiama «Maes Therapy», sta cercando con molto impegno e tanta fatica di riconquistare l'uso delle gambe per rendersi autonoma nel camminare. Una battaglia dura, alla quale però è la piccola né i genitori intendono rinunciare. «La cura che Beatrice fa in Belgio costa circa 4 mila euro alla volta», hanno proseguito da Malcesine, «e viene fatta a mesi alterni visto che, purtroppo, anche la mamma della bimba sta affrontando un brutto male che la costringe a fare delle terapie settimanali. La famiglia va avanti solo grazie allo stipendio del papà e quindi non riesce a garantire mensilmente queste cure». Di qui l'idea di Sorriso solidale di farsi carico della situazione e di «esportare» a Garda quanto già fatto a Malcesine e anche durante la Garda Lake Marathon, ovvero una raccolta fondi vendendo però del cibo fatto al momento. Chi si siederà a tavola martedì sera, insomma, contribuirà a pagare in piccola parte le cure di Beatrice. «Visto lo sforzo che sta facendo Sorriso solidale per Beatrice», ha spiegato il sindaco di Torri, Stefano Nicotra, «e, soprattutto, l'impegno della piccola, ci è sembrato giusto dare pure noi una mano. Così, dopo i contatti intercorsi con Sorriso solidale, grazie agli amici di Garda, cioè il collega sindaco Davide Bendinelli e l'assessore Ivan Ferri, abbiamo ottenuto la possibilità di creare questo evento nel loro palatenda natalizio». Ma non è tutto. «Grazie all'impegno di Francesca Alberghini, nostra dipendente e mia diretta collaboratrice», ha proseguito il primo cittadino, «possiamo contare su alcuni sponsor che sosterranno i costi per la cena e faranno sì che tutto il ricavato possa essere destinato a Sorriso solidale che lo passerà poi a Beatrice». «Il costo della cena è di 25 euro per gli adulti e 15 per i bambini», hanno fatto sapere da Garda, «e la serata sarà animata anche da buona musica. Chi verrà a mangiare in compagnia, quindi, contribuirà ad aiutare a camminare Beatrice, finanziando parte della sua terapia». Prenotazioni al 348.4797791 ma chi lo desidera può anche presentarsi la sera stessa. •

G.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1