Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

Palio delle Contrade L’edizione baby è la novità dell’anno

La premiazione di un Palio delle contrade: quest’anno anche i più giovani saranno protagonistiPalio delle contrade a Garda

Un’intera giornata dedicata ai bambini per farli innamorare delle tradizioni che sanno di lago: è una delle novità del 52° Palio delle Contrade di Garda, la gara remiera dedicata all’Assunta organizzata dall’amministrazione del sindaco Davide Bendinelli, in particolare dall’assessore alle manifestazioni Ivan Ferri, con l’associazione Scuola del remo presieduta da Pierfrancesco Maffezzoli, la Pro loco, la Corporazione degli Antichi Originari di Garda e i volontari del Comitato del Palio. La carrellata di eventi gardesani a dire il vero è partita il 21 giugno con le feste delle nove Contrade, che danno il nome agli altrettanti equipaggi del Palio dell’Assunta: «La Contrada rosa contraddistinta dai colori verde e nero con il lavarello come pesce simbolo, Antiche Mura in giallo e rosso col persico, Corsetto in giallo e nero col carpione, Pio in blu e rosso con l’anguilla, Borgo in giallo e verde con la trota, Porto in giallo e blu con la sardina, Spagna in verde e rosso con la tinca, Losa in rosso e nero col luccio, Piassa in blu e celeste con l’aola», precisa l’assessore Ferri. Nel programma generale, oltre alle gare remiere, ci sono il Palio dell'osteria e dei bambini, la gara «Ciapar la cucagna», la Sardellata al chiar di luna, in linea con le tradizioni di una comunità che prima dell’avvento del turismo per secoli ha basato la propria economica anche e soprattutto sulla pesca. OGGI è la volta della competizione popolare Ciapar la cucagna, per la prima volta al molo Porto Vecchio, quindi, tra l’11 e il 15 agosto, gli Antichi Originari di Garda cureranno il Palio dell’osteria: «Ai tavoli con tovaglie a quadretti apparecchiati sotto reti di pescatori stese tra gli alberi del Giardino di Palazzo Congressi, giovani camerieri e cameriere in abiti tradizionali serviranno piatti di lago come risotto con la tinca, lavarello alla gardesana, luccio e trota alla pescaora con polenta, fritto di lago», spiega Ferri. «La Corporazione terrà il ricavato per gli eventi che organizza». Poi si entra nel vivo con tre palii di fila. IL 12 AGOSTO il Palio dei ragazzi nell’ambito della giornata dedicata ai bambini. «Comincia alle 9,30 all’ ombra dei platani della piazza Monsignor Antonio Bagnara, davanti alla chiesa parrocchiale, dove abbiamo organizzato la gara dei mini madonnari con tema ”Conosci il tuo lago”», prosegue Ferri. Alle 19,30 scatterà Il Palio con quattro equipaggi di tre atleti tra gli 8 e i 15 anni, allievi dell’associazione Scuola del remo affiancati da un accompagnatore. Le quattro compagini prendono il nome dalle reti da pesca contraddistinte da specifici colori». Alle 21 le premiazioni all’Arena estiva nell’ambito dello spettacolo del mago Karen. Nei giorni successivi saranno protagonisti le «maestre» e i «maestri» della voga alla veneta, vale a dire le atlete e gli atleti del Palio in Rosa e dell’Assunta. IL 13 AGOSTO scenderanno per prime in acqua le donne che correranno per le loro località ossia La Val, San Bernardo, Le Rasole, Le Giare, I Beati e San Vili. La sfida, alle 21,15, sarà nello specchio d’acqua sul lungolago Regina Adelaide preceduta da una sfilata tra le vie del centro. Per la batteria di qualificazione gli equipaggi dovranno remare su un percorso di 120 metri per quattro volte con tre giri di boa. IL 14 AGOSTO alle 19 la Bandizione del Palio seguita alle 21 dal concerto spettacolo con canti e musiche della tradizione gardesana col Coro La Rocca di Garda. IL 15 AGOSTO alle 11 nuova Bandizione, alle 19,30 il corteo degli sbandieratori padovani di Santa Margherita, degli equipaggi e delle tifoserie che seguendo la statua lignea della Madonna in portantina si porteranno in chiesa per la benedizione solenne. Alle 21,15 scatterà la gara. Un’ora e mezzo di adrenalina, poi premiazioni e quindi il gran botto che annuncia i fuochi d’artificio che alle 23,15 illumineranno a giorno il cielo sul golfo di Garda. •