CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.07.2018

Le «preondine» di Bardolino al quinto podio consecutivo

L’equipaggio di Preonda di Bardolino, dominatrice del campionato
L’equipaggio di Preonda di Bardolino, dominatrice del campionato

La flotta veronese ha conquistato tre vittorie e «mezza» a Garda nell’ottava e penultima tappa del Campionato delle bisse che assegna la Coppa del lago alle donne e la Bandiera del lago al miglior equipaggio maschile. Preonda di Bardolino, «pilotata» da Eleonora Panizzi, Monica Peretti, Irene Zucchetti e Alexandra Jais, ha centrato la sua quinta vittoria consecutiva su altrettante regate. Dietro alle imbattibili «preondine» si è piazzato l’equipaggio di casa di Regina Adelaide (Beatrice Zamuner, Nicoletta Bellini, Francesca Dall’Ora, Barbara Ceron) in costante crescita. Terze le campionesse uscenti di Torricella di Cassone (Andrea Giovanna Valenti, Sara Nodari, Federica Pippa, Alice Sartori) che si sono messe alle spalle Sirenetta di Gardone Riviera. Nel gruppo D Paloma di Garda (Fabio Bona, Mirko Scala, Franco Baruffaldi, Fulvio Zamuner) ha colto il suo primo successo stagionale battendo in volata Iole, bissa iseana di Paratico, che a sua volta ha messo la prua avanti a Carmagnola di Clusane d’Iseo e a Betty di Cassone. Anche l’equipaggio di Berengario di Torri del Benaco (Giacomo Brusco, Daniele Bertasi, Paolo Tacconi, Cristian Faraoni), campione uscente, ha centrato la sua prima vittoria stagionale nel gruppo C. I vogatori torresani non si sono fatti tradire dal nervosismo nonostante la partenza della loro batteria sia stata ripetuta per quattro volte. Le barche spinte dalla «Gardesana», piacevole brezza serale, avevano difficoltà a mantenere l’allineamento al via. Berengario finalmente ha condotto la gara con grande autorità chiudendo con ampio vantaggio su Sebina di Clusane seguita nell’ordine da Sebina di Clusane, Sant’Angela Merici di Desenzano, Gioia di Gargnano e dall’isolana Montisola . «Questa vittoria è un toccasana per il morale», ha commentato il sindaco di Torri Stefano Nicotra che è anche presidente del gruppo bisse torresano, «è un premio per questi ragazzi che si allenano con impegno e in questa stagione di transizione, avendo cambiato l’assetto dell’equipaggio, hanno dovuto stringere i denti». Nel gruppo B Peschiera (Franco Caldana, Niccolò Melotti, Fabio Bazzoli, Riccardo Tonoli) solo per 81 centesimi di secondo si è vista soffiare la vittoria da Villanella di Gargnano e per un solo punto, anche l’accesso al gruppo A per la finale che si correrà sabato a Cassone. La progressione di Villanella è stata fatale a Peschiera che ha girato sempre in testa ai tre passaggi di boa. La volata ha premiato i vogatori gargnanesi che hanno avuto la forza e la lucidità di sferrare l’attacco vincente negli ultimissimi metri, da autentici sprinter. La terza piazza è andata agli iseani di Paratico che hanno preceduto San Vili di Garda e Nensi di Cassone. Nel gruppo A ennesimo «miracolo» di Grifone di Sirmione che schiera due rematori di Garda: Ettore Monese e Luca Sala in equipaggio con Emiliano Corrà e Nicola Silvestri. Grifone ha totalizzato il secondo tempo assoluto mettendo alla frusta i «marziani» di Clusanina di Clusane, che hanno dominato questo campionato conquistando otto vittorie su altrettante gare. Solo un secondo e 35 centesimi è il vantaggio che Clusanina è riuscita a mantenere su Grifone al termine di una gara di altissimo tasso tecnico. Da incorniciare anche la prova di Arilica di Peschiera (Nicholas Mazzurega, Stefano Mazzurega, Marco Dolza, Alan Di Caprio), terza davanti a Gardonese, la bissa capitanata dal presidente della Lega Bisse del Garda Marco Righettini. Quinta con onore Garda (Mauro Battistoli, Fabio Brunelli, Luigi Girelli, Alberto Malfer) che probabilmente sabato vedrà eguagliato da Clusanina, il proprio primato stabilito nel 2004, quando vinse tutte le prove del campionato. •

Luca Belligoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1