CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.03.2018

Case affittate a turisti un solo abusivo in 1 anno

Una veduta aerea del lago di Garda
Una veduta aerea del lago di Garda

«Vigilanza e contrasto all’abusivismo nel settore ricettivo turistico», punto caldo anche in vista della prossima stagione. È il tema dell’incontro organizzato per oggi dalle 9 alle 13, a Palazzo Pincini Carlotti dal Comune col Sistema formazione Polizia locale di Verona, Federalberghi Garda Veneto, Provincia, Regione Veneto e Ipa (International police association) associazione che raccoglie appartenenti alle diverse forze di polizia con una sede a Verona. «Abbiamo predisposto questa mattinata di formazione per addetti alle forze di polizia e agli Uffici commercio per garantire un’adeguata formazione degli operatori interessati», premette il comandante della polizia locale di Garda, Ferdinando Pezzo, che interverrà con i colleghi di Verona Luigi Altamura, e di Lazise Massimiliano Gianfriddo, dopo i saluti del sindaco Davide Bendinelli, dei presidenti della Provincia Antonio Pastorello, di Federlaberghi Garda Veneto Marco Lucchini e dell’Ipa Verona Cataldo Russo. Rilevante la presenza dell’avvocato Valeria Mazzucato, funzionario Area normativa e legislazione turistica della Regione Veneto, tra le relatrici della Legge regionale del 2013 su «Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto». L’argomento si sviscererà su due fronti: «Nella prima sezione vedremo cosa prevedono le norme, questa in particolare, sull’apertura e gestione di Bed and breakfast e affittacamere e come contrastare l’abusivismo. La seconda parte avrà un taglio operativo perché si daranno indicazioni su come accertare le inadempienze», anticipa Pezzo. Come riferisce, esistono a Garda 56 alberghi, 80 locazioni turistiche (quanti possono avere anche 1 stanza da affittare), 12 Bed and breakfast, 6 affittacamere (da 4 a 8 stanze), 24 complessi abitativi (con più unità): «Da noi, la scorsa estate, abbiamo rilevato solo un caso di abuso turistico. Il proprietario di un appartamento lo affittava senza aver comunicato tale attività. È stato perciò sanzionato per «omessa comunicazione dell’inizio attività». Ha pagato una sanzione di mille euro». Poi aggiunge: «L’attenzione si concentrerà dunque sulle strutture ricettive extralberghiere, appartamenti e B&B, affittati senza rispettare le prescrizioni di legge e talvolta irregolarmente, anche «in nero», quindi senza dichiarazione fiscale. Associazioni di categoria e forze di polizia sono molto interessate all’incontro perché l’abusivismo è aumentato negli ultimi anni, a discapito di chi rispetta le norme e paga le tasse. E’ anche una questione di sicurezza perché il sommerso non permette di sapere chi si trova in queste stanze». Aggiunge il comandante Altamura: «A Garda porteremo una nostra attività operativa, la «best practice», basata sull’incrocio dei dati pubblicati sui siti internet (foto delle strutture con commenti) con quelli relativi a consumi energetici, quanto dichiarato dal punto di vista fiscale e versato al Comune per l’imposta di soggiorno. Grazie a questo sistema abbiamo recuperato negli ultimi 2 anni sui 200mila euro di mancato pagamento di imposte statali». Chiude Lucchini: «Incontro fondamentale considerando la crescita esponenziale delle locazioni turistiche brevi. Per contrastare il mondo dell’abusivismo urge arrivare a un coordinamento tra le forze preposte al controllo. Da parte di Federlaberghi massima collaborazione per smascherare quei furbi che mettono a repentaglio economia e sicurezza del territorio». •

Barbara Bertasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1