CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.12.2017

Feste natalizie dedicate a don Ennio Scarsini

Don Ennio  Scarsini con padre Gino Albrigo missionario in Uganda
Don Ennio Scarsini con padre Gino Albrigo missionario in Uganda

In queste feste di Natale e negli ultimi giorni del 2017 molti fedeli di Incanale e Rivoli ricordano le festività religiose, le opere pastorali, i momenti conviviali trascorsi insieme a don Ennio Scarsini, morto quest’anno all’età di 81 e per quasi 40 anni pastore in terra rivolese. Ordinato prete nel 1961, don Scarsini è stato parroco di Incanale dal 1972 e di Rivoli dal 1992, rimanendo in entrambe le comunità fino al 2011. «Con l’anno che se ne va tanti ricordi restano nella memoria dei parrocchiani, ricordi tra cui spicca la mancanza di chi li ha guidati per così tanto tempo» conferma Ornella Campagnari, già sindaco di Rivoli e cittadina di Incanale da sempre impegnata in parrocchia. Lei e molti rivolesi, lo scorso 4 novembre a Verona, dove don Ennio si era ritirato nella casa di famiglia, nella chiesa di Tomba Extra lo hanno salutato durante la celebrazione funebre presieduta dal vescovo Zenti. «Don Ennio arrivò nel 1972 con il padre Marcello e la madre Olga, trovando fedeli pronti ad aiutarlo nelle opere di restauro e nei momenti difficili del distacco dai suoi genitori» continua Campagnari. «Gestì con disinvoltura i campi della parrocchia, diventando presto non solo contadino tra i contadini, ma anche amico di cacciatori e pescatori con cui condivideva le passioni». Negli anni il parroco di Incanale contribuì a migliorare edifici sacri e parrocchiali. Inoltre, collaborò con il missionario comboniano in Uganda originario della frazione rivolese, padre Gino Albrigo, aiutandolo nella raccolta di fondi per la sua terra di missione. Nel 1992 gli fu affidata anche la parrocchia di Rivoli e lui si trasferì nella canonica del capoluogo, tornando a Incanale per le messe. « Rivoli pensò alla messa in sicurezza del campanile e al restauro del presbiterio e della facciata della chiesa» continua. «Internamente, fece restaurare le tele della Madonna delle Grazie, di Sant’Isidoro e di San Giovanni Battista e sistemare la Madonna del Rosario». Nel 2011, dopo 39 anni di permanenza, don Ennio Scarsini lasciò le due parrocchie e tornò a Verona. «Ma continuò fino all’ultimo a frequentare Incanale e Rivoli» conclude Campagnari «facendo visita alle famiglie ancora legate a lui e a cui manca molto». • C.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1