Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 23 settembre 2018

Dopo 12 anni
Torri saluta
don Giuseppe

Il saluto finale ai parrocchiani (Musuraca)

Sotto una pioggia battente, domenica 2 settembre l'intera comunità di Torri ha dato un ultimo saluto, un ringraziamento e l'abbraccio a don Giuseppe Cacciatori il monsignore che, dall'ottobre 2006, ha retto le sorti delle anime dei fedeli di Torri e, dal 2008, anche di quelli di Pai.

Con una cerimonia sobria ma molto sentita i cittadini e l'amministrazione comunale di Torri, sindaco Stefano Nicotra in testa, si sono dati appuntamento alle 11.15 nella Parrocchiale per partecipare alla ultima messa di don Giuseppe.

 

«Il parroco, in questi dodici anni, ha fatto davvero tanto per i bambini», come hanno ricordato molte mamme con gli occhi lucidi alla uscita dalla chiesa, «oltre che per tutti gli altri fedeli, anziani e ammalati in primis». In effetti il mandato di don Giuseppe ha avuto sempre al centro i più piccoli, per lui vero «cuore pulsante, assieme alle famiglie, della comunità parrocchiale», come ha più volte ripetuto lui stesso.

«Mi congedo dopo 12 anni», ha detto dall'altare, «ma ringrazio Dio e tutti voi sia per la splendida accoglienza che mi avete fatto, che per la collaborazione di tutti questi anni. Facendo visita nelle case e agli ammalati ho imparato a conoscervi ad uno ad uno e ad apprezzare ciascuno per quanto ha saputo trasmettermi. Ricordo anche tutti gli ammalati e vi prego di stare loro vicino sempre perchè, finchè si sta bene, si è tutti amici ma poi capita spesso che, se arriva la malattia, gli amici si diradano. E questo non è giusto».

«Ringrazio a nome di tutta la comunità di Torri don Giuseppe», ha detto il sindaco «perchè ha dato davvero tanto a tutti noi e, soprattutto, ha interpretato la sua missione come un vero parroco, avvicinando tutti e avendo un occhio di riguardo per i bambini e gli ammalati».

La settimana prossima a Torri, alle 10.30, si insedierà il nuovo parroco, don Arnaldo Piovesan, che proviene da Chievo.