CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.05.2018

Crolla casa disabitata Evacuate due famiglie

Il tetto crollato visto dall’alto nella foto dei vigili del fuoco di Verona
Il tetto crollato visto dall’alto nella foto dei vigili del fuoco di Verona

Quel tetto crollato improvvisamente della casa disabitata ha spaventato un po’ tutti ieri mattina. Ad iniziare dalle due famiglie che abitano nelle due palazzine vicino all’edificio crollato. Una volta arrivati sul posto, i vigili del fuoco di Bardolino li hanno fatti evacuare per evitare che i detriti possano raggiungere le loro case. E così i sette componenti dei due nuclei famigliari dovranno restare senza un tetto sulle loro teste almeno fino a quando non saranno effettuati gli interventi necessari nell’immobile crollato per evitare altri pericoli . E i tempi, fanno sapere i pompieri, si annunciano piuttosto lunghi. Si sono vissuti momenti di paura ieri in località Gazzoli di Albarè di Costermano all’altezza del civico 28. Improvvisamente ieri verso le undici è crollato il tetto, facendo alzare una grossa nuvola di polvere e facendo temere a tutti i vicini l’arrivo di un terremoto. A chiamare i vigili del fuoco di Bardolino, sono stati i gestori del B&B Gazzoli, spaventati anche dal movimento di detriti arrivati dalla casa disabitata. Una volta giunti sul posto, i sette vigili del fuoco hanno constatato il crollo del tetto della casa disabitata e si sono subito messi al lavoroper mettere in sicurezza tutte le case vicine. Il loro intervento è durato fino alle 18.30 anche perchè durante le operazioni di messa in sicurezza, nel sottotetto, è stato trovato un nido di civetta con 5 pulcini. I pompieri li hanno affidati alle cure del personale Lipu giunto sul posto. •

G.CH.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1