Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 17 novembre 2018

Pro loco riapre dopo 8 anni Ora si cercano i volontari

Candidature per la rifondazione della Pro loco di Castelnuovo del Garda cercasi. C’è tempo fino al 31 agosto per aderire come soci alla nuova Pro loco, che rinascerà dopo un lungo periodo di transizione in cui i suoi compiti sono stati assorbiti dalle associazioni «Promozione eventi» prima e «Città di Castelnuovo del Garda» poi. La Pro loco castelnovese è stata chiusa otto anni fa: «Il direttivo che era subentrato dopo le ultime votazioni aveva riscontrato delle incongruenze nel bilancio dell’associazione», ricordano gli assessori a manifestazioni e associazioni Marina Salandini e al turismo Davide Sandrini, «assieme all’associazione Città di Castelnuovo del Garda abbiamo aspettato che tutte le posizioni debitorie e amministrative della precedente Pro loco fossero chiuse per procedere alla costituzione della nuova». Un obiettivo, sottolinea il sindaco Giovanni Peretti, «a cui abbiamo puntato fin da subito». L’amministrazione comunale ha definito i passaggi tecnici per arrivare alla nascita della nuova Pro Loco: chiuse le adesioni riservate ai residenti castelnovesi che abbiano compiuto la maggiore età (i moduli sono disponibili sul sito del Comune e allo Sportello unico associazioni), dal 1° settembre al 31 ottobre ci sarà l’indizione di un’assemblea costituente per eleggere gli organismi dirigenti tra i candidati iscritti; dal 1. novembre al 31 dicembre seguiranno lo svolgimento degli adempimenti burocratici e fiscali, la redazione e registrazione del nuovo statuto, dell’atto costitutivo e l’iscrizione all’Unpli (Unione nazionale Pro loco d’Italia); dal 7 gennaio del prossimo anno partirà infine il tesseramento per il 2019 con la programmazione delle attività. «La Pro loco è l’espressione massima del territorio, inglobando in sé le tematiche che riguardano turismo, commercio, manifestazioni e associazioni», sottolinea Salandini, ringraziando assieme a Sandrini e al sindaco «i volontari di Promozione eventi e Città con i loro presidenti Thomas Righetti e Luca Martini per il lavoro svolto». •