CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.01.2018

«L’esercito degli elfi» unisce centro e frazioni

Alcuni volontari del gruppo del Carnevale di Castelnuovo del Garda e frazioni con il carro «L’esercito degli elfi» FOTO AMATO
Alcuni volontari del gruppo del Carnevale di Castelnuovo del Garda e frazioni con il carro «L’esercito degli elfi» FOTO AMATO

Katia Ferraro Il terzo carro allegorico con bandiera castelnovese sta scaldando i motori in vista della prima uscita pubblica, che sarà questo sabato, quando «l’esercito degli elfi» sfilerà per le vie di Sommacampagna. Ma per i volontari che portano avanti tradizione e folklore la novità va oltre la presentazione di un nuovo carro: la vera sfida di questa edizione, e di quelle future, è unire in un solo gruppo collaboratori di Castelnuovo del Garda capoluogo e delle sue frazioni, riscoprendo la bellezza di lavorare insieme mettendo al bando qualsiasi forma di campanilismo. È così ritornato in auge il progetto «Ca2OS», acronimo che mette insieme Castelnuovo, Cavalcaselle, Oliosi e Sandrà, nato una decina d’anni fa dai rappresentanti delle associazioni giovanili con lo scopo di creare aggregazione organizzando eventi e iniziative. Obiettivo oggi rinato grazie al carnevale. Al Comitato benefico Carneval de Castelnovo si sono uniti il gruppo di Cavalcaselle e i cugini delle altre frazioni, che hanno risposto all’invito di partecipare alle sfilate entrando nell’esercito degli elfi. Mascotte del carro è infatti il grande elfo roteante, nato da un’idea condivisa con l’Associazione carristi centesi con cui il Comitato di Castelnuovo è gemellato dal 2015. Ad accompagnare il carro nelle sfilate in provincia non ci saranno solo elfi grandi e piccini, ma anche le maschere storiche: il duca Gian Galeazzo Visconti, la duchessa e i loro cortigiani. La trentina di volontari al lavoro si è suddivisa i compiti: c’è chi da ottobre è impegnato nella realizzazione del carro; chi si è occupato delle coreografie e dei balli; chi della sartoria per realizzare costumi su misura. «Siamo l’esercito degli elfi in tour» è il nome del carro, nonché la colonna sonora che accompagnerà il gruppo durante le sfilate, canzone riscritta sulle note del celebre tormentone «L’esercito del selfie» di quest’estate. Sabato 3 febbraio carro ed elfi giocheranno in casa, presenti alla festa di Cavalcaselle, assaggio della tredicesima sfilata di Castelnuovo in programma invece per domenica 18 febbraio. «Ringraziamo chi ci ha messo a disposizione gli spazi per realizzare e custodire il carro», sottolineano la presidente del comitato Laura Meneghelli e il coordinatore Alessandro Deamoli. I partecipanti al carnevale di Castelnuovo, attesi dalla provincia di Verona e Mantova, gareggeranno nel terzo concorso carri promosso dall’amministrazione comunale, quest’anno dedicato alla memoria di due piccoli concittadini: i fratelli Nicola e Matteo Pedon, che otto anni fa a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro persero la battaglia contro un tumore. L’impegno a costituire un gruppo unico di volontari per organizzare le feste nel capoluogo e nelle frazioni piace al sindaco Giovanni Peretti e alla consigliera con delega ad associazioni e manifestazioni Marina Salandini. «Questa apertura è positiva, mi auguro raccolga sempre più consensi», commenta il primo cittadino. «Caos era nato per creare aggregazione tra le persone di tutto il territorio, cosa non sempre facile», ammette Salandini, «quando il Comitato mi ha parlato della volontà di coinvolgere le frazioni ho pensato di rispolverare il progetto di allora, perché la finalità è la stessa. La speranza è che sia condiviso e possa allargarsi ad altre iniziative». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Katia Ferraro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1