CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.02.2018

Casa dei cittadini, Loda al vertice

Massimo Loda nuovo segretario della Casa dei cittadini
Massimo Loda nuovo segretario della Casa dei cittadini

Il movimento politico culturale «Casa dei cittadini» di Castelnuovo del Garda si ripresenterà alle elezioni amministrative del 2019, puntando a ottenere il quarto mandato consecutivo. La decisione è stata sancita con il rinnovo del direttivo e l’elezione del nuovo segretario politico: il ruolo di condottiero è stato affidato a Massimo Loda, attuale consigliere comunale con delega a edilizia privata e opere pubbliche. Dal 2004 le redini del Comune sono in mano alla coalizione «Cittadinanza democratica», lista civica in cui confluiscono esponenti della Casa dei cittadini e del centrosinistra rappresentato oggi dal Partito democratico. Massimo Loda, 46 anni, è uno dei soci fondatori del movimento assieme, tra gli altri, all’attuale sindaco Giovanni Peretti e al suo predecessore Maurizio Bernardi. «Un movimento trasversale», spiega Peretti, «al nostro interno ci sono anime che vanno dal centrosinistra alla destra, con l’anima centrista rappresentata da me». Casa dei cittadini conta oggi circa trenta soci. «Sono onorato, sono stato eletto da quasi l’unanimità dell’assemblea», commenta Loda, «mi attende un compito importante e sono carico. La mia figura di segretario è l’espressione della volontà di ripresentarsi alle elezioni». Volontà che non era scontata: «Ero dell’idea», racconta il sindaco Peretti, «che dopo tre mandati si potesse saltare il turno, invece dopo un po’ di riflessioni abbiamo deciso di essere presenti. Sulle future alleanze», aggiunge, «si vedrà: al momento posso dire che consideriamo ottima la collaborazione avuta finora con il Pd. Quanto a Massimo, è con noi dall'inizio e conosce molto bene il territorio». •

Katia Ferraro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1