CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.07.2018

Tuffo nel Medioevo tra cavalieri e danzatori

Stand dedicati al periodo medievale
Stand dedicati al periodo medievale

Arriva «Caprino Medievale». Per la prima volt a, domani e domenica, il cuore del paese si trasformerà in un angolo del XIV secolo, grazie all'associazione culturale di rievocazione storica Compagnia della Ginestra,di Verona, presieduta dal 2006 da Stefano Santilli. Il gruppo, che a Caprino organizza la manifestazione con Comune e Pro loco, si prefigge di far conoscere aspetti storici di quel tempo. Nei giardini di palazzo Carlotti sarà allestito un mercato artigianale, ci saranno danze storiche e dimostrazioni di falconeria. La manifestazione, che si terrà in entrambi i giorni dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 18,30, si aprirà con l'inaugurazione cui interverranno il sindaco Paola Arduini, il consigliere alle manifestazioni Davide Mazzola e il presidente della Pro loco Renato Betta. Alle 11, come domenica, aprirà il mercato. «Un mercato didattico per adulti e bambini», annuncia Santilli. «Una decina di postazioni di artigiani che mostreranno le arti del passato. In abiti d'epoca, i ceramisti creeranno oggetti con l'argilla, si praticheranno le arti di tintura delle stoffe, la miniatura, la scrittura, le arti del cerusico e della sarta. Esperti di armature tesseranno maglie di anelli di ferro, il coniatore batterà monete, il cordaio intreccerà corde, si lavoreranno cera e cuoio». Nei due giorni saranno di vedetta i falconieri dell’associazione La Fenice Falconeria, di Padova, con i propri rapaci per informare sull'«arte» del cacciare lanciando in volo questi volatili, sempre alle 17,30. Caprino propone una chicca: «Domani alle 18,30 e domenica alle 10,30 ospiterà la 6a edizione del Premio Ulrich von Starkenberg, nome di una delle più influenti stirpi nobiliari di Tarrenz, nel Tirolo, vissuta tra XIV e XV secolo. L'omonima associazione, di Bolzano, porterà alle falde del Baldo il Memorial Achille Delmarco, uno dei padri della rievocazione medievale. «È un premio itinerante», ricorda Santilli, «ogni anno ospitato in luoghi diversi e affidato a compagnie differenti». Per il 2018 è stata scelta la Compagnia della Ginestra che l'ha portato a Caprino. Così domani alle 18 e domenica alle 19, «Giochi cortesi di dame e cavalieri» saranno proposti, a sorpresa, alle compagnie partecipanti al Premio che li interpreteranno per aggiudicarsi il trofeo. Si attendono squadre da Bologna, Bolzano, Firenze, Milano, Novara, Padova, Rimini, Terni, Torino, Trieste, Verona e Vicenza, ognuna formata da dama, cavaliere e servitore. Le prove saranno domani alle 18 e domenica dalle 10,30. «Tra gli altri eventi, in entrambi i giorni alle 16, danze storiche riproposte dal musico Cesco sulla base di scritti del XV secolo», dice Santilli. «Domani alle 20 si assisterà a un banchetto medievale. Nella barchessa di Palazzo Carlotti saranno infine esposte una copia dell'affresco medievale «Scene di caccia», che la Pro loco sta facendo restaurare, attrezzature dell'arte venatoria, monete. E ci sarà una copia della sopravveste che era nell'arca di Cangrande della Scala». •

Barbara Bertasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1