CHIUDI
CHIUDI

03.01.2019

Ospedale, il Comune muove l’avvocato

L’ex ospedale di Caprino
L’ex ospedale di Caprino

Sanità all’ordine del giorno a Caprino dove il Centro polifunzionale nato dalla riconversione dell’Ospedale di Caprino si sta impoverendo. Né si vede traccia dei previsto Punto di primo intervento e dell’Ospedale di comunità: quest’ultimo era stato chiuso nel 2016 per consentire lavori di ristrutturazione in realtà mai iniziati. Così l’ultimo Consiglio comunale del 2018, il 27 dicembre, ha approvato una nota del Comitato dei sindaci del Distretto 4 Ovest Veronese. Ha esordito il sindaco Paola Arduini: «Con questa delibera prendiamo atto della nota del Comitato, a firma della presidente Graziella Manzato, che chiede la riorganizzazione dei servizi sanitari sul territorio, sia con eventuali modifiche delle schede ospedaliere regionali, sia con la realizzazione in tempi congrui di quanto vi è programmato». «Per il centro polifunzionale nostro», ha specificato Arduini, «abbiamo chiesto il prunto di primo intervento, la medicina di gruppo, gli annunciati 11 posti letto dell’Hospice, il rientro dell’ospedale di comunità e il potenziamento della diagnostica». «Oggi ci sono la sede del Distretto 4, una Residenza sanitaria assistita psichiatrica gestita da una cooperativa, radiologia, centro prelievi, servizio diurno di dialisi e fisioterapia, ambulatori di ostetricia, oculistica, diabetologia, cardiologia per l’holter, ginecologia, urologia, odontoiatria, nefrologia, chirurgia e psichiatria. Sarebbero da ripristinare quelli di fisiatria, ortopedia, dermatologia, geriatria, ecocardio ed ecografie». Il sindaco ha ricordato che in autunno sono stati attivati tavoli territoriali per analizzare le situazioni degli ospedali di Bussolengo e Villafranca e delle strutture sanitarie di Malcesine, Isola della Scala, Valeggio e, ovviamente, Caprino. «Oltre ai sindaci c’erano l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto, il direttore generale della Ulss 9 Pietro Girardi e i direttori sanitario e socio sanitario. Si è convenuto di dare mandato all’esecutivo di produrre un documento unitario da inviare in Regione con le note dei sindaci. Andrà recepito da tutti i Consigli comunali del Distretto 4 e le delibere inviate in Regione». Per quanto riguarda Caprino, «Abbiamo adottato atti volti ad ottenere l’adempimento delle previsioni delle schede regionali incaricando un legale di procedere con la causa per ottenere punto di primo intervento e hospice», ha sottolineato Arduini, «ma resta il dialogo con l’Ulss 9 Scaligera per valutare la soluzione che meglio può soddisfare l’assistenza e soprattutto il problema dell’emergenza - urgenza nel territorio baldense molto ampio e decentrato». La delibera è stata approvata alla unanimità. Antonio Gaspari, di Semplicemente Caprino, ha dichiarato: «In passato il dg dell’Ulss9 non pareva propenso a una riapertura del Ppi, idea che in parte condivido poiché aprire senza nulla alle spalle, come a Caprino, potrebbe creare problemi. Ma è la conseguenza del 2004, quando la precedente amministrazione, del vostro colore, sottoscrisse un documento che applicava le schede regionali che prevedevano dismissione dell’ospedale, progetto che la Regione perseguiva dal 1993, al quale la nostra amministrazione si oppose legalmente fino al 2004. Ora, che ci restituiscano quanto ci hanno tolto nel 2016: odc e Rsa per malati terminali, inaugurata invece a Peschiera. L’emergenza andrebbe potenziata dandoci auto medica anche di inverno». Matteo Spolettini, stessa lista, ha chiesto anche di valutare la richiesta di istituire un autobus che colleghi Caprino con gli ospedali di Villafranca e Negrar. •

Barbara Bertasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1