CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.09.2015

La stampa tedesca pubblica un articolo sui fiori di Casa Biasi

Cecilia e Domenico Biasi a Pesina di Caprino
Cecilia e Domenico Biasi a Pesina di Caprino

Il giardino di Casa Biasi ha conquistato l'attenzione di un bimestrale d'Oltralpe, «Herbarella-L'arte del giardino» che gli ha dedicato ben sette pagine, accanto ad altri parchi del Veronese, tra i quali il Giardino Giusti e il Parco Sigurtà. Una soddisfazione per chi ha creato questo paradiso botanico, ovvero Domenico Biasi, professore di Reumatologia al Policlinico di Borgo Roma a Verona, e la moglie Cecilia Residori, chirurgo in pensione. Una coppia che, dal primo maggio 2014, ha aperto al pubblico questi 16mila metri quadrati di un ex terreno calcareo trasformato in una collezione di essenze: agrumi, camelie, ellebori, rose, piante erbacee, banani. Il bimestrale parla dell'ombroso parco romantico, del soleggiato giardino mediterraneo, delle terrazze, della particolarità di questo luogo sempre fiorito, nato «da amanti dell'arte e delle antichità la cui attenzione al dettaglio è ereditata», perché, come ricorda il dottor Biasi «siamo sempre stati appassionati di giardinaggio visto che il giardino occupa parte dell'antico brolo tracciato dal 1977 dai miei genitori. L'articolo, corredato di stupende foto, ne ricorda la posizione: Pesina, via Boldiera 144, intorno a Villa Trentini-Boldieri, costruita nel 1750 al centro di una proprietà agricola. «Herbarella», spiegano i coniugi, «esce nei paesi di lingua tedesca con servizi su giardini di tutta Europa. Il servizio ci ha dato molta soddisfazione, per lo spazio dedicatoci e perché ha colto lo spirito che ci anima: il desiderio di realizzare qualcosa di bello valorizzando il mondo botanico profondamente amato e conosciuto da generazioni nelle nostre famiglie», dice Cecilia. «Dopo la comparsa dell'articolo abbiamo avuto molti visitatori del Nord Europa che hanno riferito d'aver letto la rivista. Si sono aggiunti ai tanti australiani, inglesi, svedesi, austriaci». Il giardino resterà aperto fino al 31 ottobre. Informazioni al 339.4913811 tutti i giorni dalle 11 alle 13. La visita guidata, su appuntamento, dura 90 minuti e costa 5 euro, 3 per chi ha tra i 10 e i 18 anni, è gratuita per i più piccoli. oB.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1