CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.12.2017

I presepi dal mondo vanno in aiuto agli orfani kenyoti

L’abside della chiesa di San Severo di Bardolino in occasione della mostra Presepi dal mondo, visitabile ogni giorno dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17 (escluso Natale) fino a domenica 7 gennaio, è un grande schermo dove vengono proiettate immagini tridimensionali di sacre natività, di uno spettacolo giapponese di giochi d’ombre e di un concerto gospel. La proiezione, ideata daBen Peretti, è accompagnata da una colonna sonora. Peretti, che è autore delle proiezioni notturne su villa delle rose in scena da alcuni anni alla Festa dell’uva, ha aiutato nell’ allestimento dei presepi Maurizio Faraoni, promotore dell’ iniziativa. Le 160 natività da tutto il mondo sono di proprietà di Faraoni, presidente onorario del gruppo Sante Alberti di Bardolino dell’associazione marinai d’Italia a cui sono aggregate le sezioni di Torri, Brenzone e Malcesine. A coadiuvare Faraoni anche altri due artisti bardolinesi: lo scultore Joe Loro e il pittore Gianni Martinazzo che hanno arricchito la mostra con loro opere. Crea particolare emozione, anche per la numerosa presenza di figure di animali della savana, quello realizzato con legno d’ebano da artigiani del Kenia. Faraoni è particolarmente legato a questo Paese. La mostra è occasione per raccogliere fondi a favore dell’orfanotrofio keniano di Mayungu che è stato fondato da volontari italiani nei pressi di Malindi, è gestito dall’associazione onlus Children center Mayungu e ospita 70 bambini. In Kenia i marinai di Bardolino aiutano anche una famiglia a cui hanno donato una casa. Questo nucleo famigliare di otto persone ha abitato per anni in una capanna. Anche questi contributi sono stati raccolti durante la mostra dei presepi che da anni organizza Faraoni. Terminata la mostra, Faraoni si recherà in Africa: «Andrò a trovare i miei amici in Kenya», spiega, «quando sono laggiù porto in visita all’orfanotrofio Children center Mayungu i turisti italiani che dalle quelle parti vanno a fare i safari. Questo orfanotrofio è stato riconosciuto come miglior centro famiglia per orfani di tutto il Kenya dal Children Office di Nairobi». • L.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1