Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
mercoledì, 21 novembre 2018

Gli studenti vanno «a scuola di cuore»

Al via anche quest'anno il Progetto «Blsd (Basic Life Support – Defibrillation): a scuola di cuore», rivolto a studenti maggiorenni delle classi quinte dell'Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione (Ipsar) Luigi Carnacina. «Il progetto, che lo scorso anno ha coinvolto in orario extra scolastico 96 alunni, ha lo scopo di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per imparare a usare il defibrillatore e applicare le pratiche di primo soccorso su pazienti in arresto cardiocircolatorio. Al termine del corso verrà rilasciato il relativo certificato», spiega Campara. Che desidera evidenziare chi ha reso possibile questo intervento: «Ringraziamo gli sponsor, Savoia Autospurghi di Bardolino e l'agenzia di viaggi di Affi Europlan, per aver permesso alla quasi totalità degli alunni maggiorenni di partecipare a un costo molto conveniente. Per l’alto valore civile e per la possibilità di formare personale in grado di intervenire capillarmente sul territorio». •