CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.02.2018

Comune e Croce rossa uniti per Spiagge sicure

Spiagge e lago più sicuri con l’idroambulanza della Croce rossa
Spiagge e lago più sicuri con l’idroambulanza della Croce rossa

Spiagge sicure per un altro anno ancora. È stata approvata anche per il 2018 la convenzione tra il comune di Bardolino e il comitato locale Bardolino Baldo-Garda della Croce rossa Italiana per l’affidamento del servizio di vigilanza «Spiagge sicure», per il quale l’amministrazione comunale stanzia un contributo di 16mila euro. Il servizio verrà effettuato da almeno due persone e una figura sanitaria professionale, con l’utilizzo dell’idroambulanza in dotazione alla Cri, nei fine settimana estivi, da giugno fino a metà settembre lungo il litorale comunale, da Garda a Lazise. Prevista inoltre la reperibilità di un equipaggio per 24 ore da venerdì sera a domenica notte, da gennaio a dicembre, come ormai avviene da anni. Si rinnova così la collaborazione tra il comune di Bardolino e il comitato locale della Cri, che nel 2017 per il solo servizio «Spiagge sicure» ha garantito 1.731 ore di reperibilità e 123 turni (tutti i fine settimana dal 2 giugno al 10 settembre), svolto 574 ore di servizio attivo ed eseguito 48 interventi in emergenza nell’ambito del salvataggio in acqua. È tutto messo nero su bianco nel report annuale a cura della Croce rossa, diviso per ambiti d’intervento, progetti e obiettivi. «L’anno scorso la convenzione ha previsto l’estensione a settembre del servizio di pattugliamento costiero e la reperibilità notturna/diurna dell’idroambulanza medicalizzata: a bordo ci sono un conduttore nautico e due operatori Opsa (operatore polivalente salvataggio in acqua) attivi all’interno dei soccorsi speciali di Croce rossa, un medico e un infermiere professionale» si legge nel report. «Il servizio prevede l’attivazione dell’équipe da parte della Centrale Operativa 118 per le emergenze a carattere sanitario che si presentano sul lago e sulla fascia costiera gardesana. Anche la Guardia costiera nazionale ci coinvolge nelle attività di ricerca, soccorso e recupero dispersi». Sempre nel corso del 2017, il comitato di Bardolino Baldo Garda rende noto come si sia rafforzata la sinergia con l’associazione Efds onlus che rende l’idroambulanza un «mezzo di supporto avanzato alla vita umana», l’unico riconosciuto tale sulla sponda veronese del Garda, con il comodato d’uso di presidi sanitari di ultima generazione e l’arruolamento di personale medico sanitario addestrato all’ambiente acquatico. Per il 2018 c’è attesa, tra i volontari e non solo, per la nuova ambulanza che in primavera arriverà in dotazione al nutrito gruppo di soccorritori. «Grazie alla lotteria speciale per il nostro trentacinquesimo anno di attività e ad alcune donazioni, siamo riusciti a raggiungere l’importo necessario all’acquisto dell’ambulanza e siamo pronti per inaugurarla a marzo», annuncia con soddisfazione la presidente del Comitato locale, Cinzia Benetton. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1