CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.12.2017

A Visso recapitati i pandori degli alpini e delle associazioni

Sala e il sindaco di Visso
Sala e il sindaco di Visso

Non conosce fine il legame di solidarietà tra la comunità di Bardolino e Visso, piccolo comune marchigiano distrutto al 90 per cento dal terremoto dell’agosto 2016 e dei mesi dopo. Nei giorni scorsi, una delegazione delle associazione alpini di Bardolino e Calmasino, capitanati dall’assessore Fabio Sala, è stata a Visso per distribuire 250 pandori e un assegno di 2mila e 100 euro alla martoriata popolazione. Una cerimonia avvenuta in concomitanza con la consegna delle prime casette di legno, circa 50, che lo Stato ha fatto arrivare per far ripartire la quotidianità di un paesino che non vuole arrendersi all’immobilismo. Il gesto dei bardolinesi è frutto di una colletta tra una trentina di associazioni del comune e del contributo di alpini di Perzacco e della Protezione civile Ana di Verona. I pandori sono stati consegnati dal sindaco di Visso, Giugliano Pazzaglini, sotto le telecamere del Tg3, alle famiglie di Visso, mentre l’assegno è stato girato alla locale Pro loco. In questi ultimi mesi sono stati molti i gesti concreti di Bardolino verso il Comune marchigiano. In estate furono spedite 1.300 bottiglie di vino Bardolino regalate dalle aziende agricole del territorio per raccogliere fondi utili alla ricostruzione mentre a ottobre, durante la Festa dell’Uva del paese, è stato allestito uno stand con prodotti tradizionali del territorio di Visso, dando cosi continuità al progetto di gemellaggio solidale e collaborazione tra i due centri. Segni concreti, tangibili e continui che hanno commosso il primo cittadino di Visso che non ha perso occasione per ringraziare pubblicamente la gente di Bardolino ricordando che «il terremoto ha azzoppato le nostre attività economiche, ma il vostro contributo ci sta consentendo di ripartire». • S.J.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1