CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.02.2018

A Calmasino rinasce piazza Risorgimento

I lavori iniziati in piazza Risorgimento a Calmasino   FOTO AMATO
I lavori iniziati in piazza Risorgimento a Calmasino FOTO AMATO

Camilla Madinelli Sono iniziati i lavori di riqualificazione di piazza del Risorgimento, a Calmasino, e cambia la viabilità per chi transita in questa parte centrale della frazione. Giovedì sera, nella sala civica di Calmasino, l’amministrazione comunale con il sindaco Ivan De Beni e l’assessore con delega alla frazione Elena Avanzini ha illustrato insieme al comandante della polizia locale Federico Bonfioli i provvedimenti viabilistici adottati da qui ai prossimi mesi per garantire la sicurezza dei veicoli e del cantiere. «La riunione è stata impostata come momento di confronto con i cittadini di Calmasino, anche per accogliere eventuali suggerimenti», spiega De Beni. I lavori sono relativi al primo stralcio del progetto redatto dall’architetto Franco Delaini dell’ufficio tecnico del Comune, approvato dalla Soprintendenza per i Beni ambientali e architettonici, riguardante l’intero centro abitato di Calmasino, dal Belvedere in via delle Fontane alla piazza Risorgimento e via Verona fino al parcheggio della scuola primaria. Il primo stralcio riguarda il rifacimento della piazza, da anni adibita in gran parte a parcheggio, per un totale di 200mila euro. I lavori si protrarranno alcuni mesi, anche d’estate. «In autunno abbiamo chiesto ai residenti, sempre in assemblea, se preferivano un’interruzione durante l’estate e ci hanno risposto di no», spiega De Beni. «Dunque il cantiere procederà senza interruzioni, in modo continuativo, sperando in condizioni meteorologiche favorevoli e sapendo che, nel settore pubblico, gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo». L’attuale piazza manterrà inalterata la viabilità principale, ma sarà tolta un’uscita della zona a parcheggio in corrispondenza di via Chiesa. La pavimentazione carrabile rimarrà in manto bituminoso, i posti auto saranno in totale 25. Verranno riqualificati l’illuminazione pubblica e i marciapiedi, sotto i quali verranno interrate tutte le linee dei servizi (luce, telefono ed energia elettrica), attualmente appese alle facciate degli edifici e non certo belle da vedere. Le due funzioni della piazza, parcheggio e strada, rimarranno entrambe ma saranno delimitate da olivi e dissuasori per meglio contenere la velocità dei veicoli. Le intenzioni dell’amministrazione comunale erano di far partire il primo stralcio del progetto nell’inverno 2017-18. Per il secondo stralcio, invece, riguardante l’area Belvedere, bisognerà attendere il 2019, anno in cui è stato messo a bilancio per 350mila euro. Il progetto di Delaini prevede un terzo e ultimo step, riferito al tratto di via Verona che collega piazza Risorgimento con la scuola primaria e il parcheggio adiacente (90mila). •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1