CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.05.2018

Avviato sul lago di Garda servizio di allerta meteo

Gli agenti della Guardia costiera forniranno d’ora in poi informazioni anche meteo a tutti gli operatori del lago di Garda
Gli agenti della Guardia costiera forniranno d’ora in poi informazioni anche meteo a tutti gli operatori del lago di Garda

Il primo nucleo mezzi navali della Guardia costiera con sede a Salò, ha avviato il servizio sperimentale di allerta meteo. Gli agenti gireranno in tempo reale a tutti i soggetti interessati gli avvisi di criticità meteorologica che arriveranno alla centrale operativa dalla Protezione civile o dal Comando generale. I destinatari sono noleggiatori di natanti, cantieri nautici e circoli velici delle sponde veronese bresciana e trentina. La Guardia Costiera che fa servizio sul Garda l’anno scorso ha aumentato l’organico da 24 a 32 effettivi, è presente sul Benaco dal 1999. Nei primi anni ha operato solo nella stagione estiva. Poi dal 2007, quando fu approvato un decreto dedicato esclusivamente a questo argomento, anche grazie all’apporto della Comunità del Garda per autorizzare la Capitaneria di Porto a svolgere servizio in acque non marine, il servizio è stato esteso a tutto l’anno 24 su 24. Nei giorni scorsi il comandante marittimo dell’area Nord della Marina militare, ammiraglio di divisione Giorgio Lazio, si è recato in visita al Nucleo gardesano della Guardia costiera che dipende dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti ma è un corpo specialistico inserito nella struttura della Marina Militare. L’alto ufficiale è stato accolto dal direttore marittimo del Veneto contrammiraglio, Goffredo Bon e dal capo nucleo mezzi navali Capitano di Corvetta, Sandy Ballis. L’ammiraglio Lazio ha voluto toccare con mano la complessa e dinamica realtà della Guardia Costiera del lago di Garda, visitando la sede salodiana e l’annessa sala operativa del Centro di coordinamento dei Soccorsi e ha salutato il personale in servizio in questa struttura. Nell’occasione è stato ribadito il legame ed il rapporto di collaborazione tra il Corpo delle capitanerie di Porto, Guardia costiera e Marina militare, e le Forze armate di appartenenza. L’ammiraglio ha evidenziato il ruolo primario che la Guardia Costiera ha, in particolare nel contesto del lago di Garda, nel garantire la sicurezza della navigazione, la salvaguardia della vita e dell’ incolumità di naviganti, nonché i bagnanti nel più ampio panorama della tutela della legalità e della sicurezza. L’ammiraglio Lazio ha reso omaggio anche alla Comunità del Garda incontrando, nella sede di Villa Mirabella al Vittoriale, il segretario generale Pierlucio Ceresa. È stato lo stesso dirigente a sottolineare lo stretto legame tra la Guardia Costiera e la Comunità del Garda per la promozione e la garanzia di un sistema integrato di sicurezza d’area che caratterizza tutto il contesto del più grande lago d’Italia. •

Luca Belligoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1